Ginnastica, Olimpiadi Rio 2016 – Simone Biles pronta per l’Incoronazione! All-Around scontato per la Regina, Mustafina e Raisman in lotta

simone-biles-trave-mondiali.jpg

Simone Biles è pronta per l’incoronazione a Reginetta della Polvere di Magnesio. Questa sera (ore 21.00 italiane) l’alieno della ginnastica artistica sarà impegnata nel concorso generale individuale delle Olimpiadi 2016.

A Rio de Janeiro la 19enne di Columbus è la super favorita di una gara il cui risultato è già scontato in partenza e che solo un paio di cadute potrebbero clamorosamente riaprire. Peccato che negli ultimi quattro anni l’allieva di Aimee Boorman sia scivolata in gara solo una volta (day1 dei Campionati Nazionali 2015) e che abbia perso una sola gara sul giro completo, all’esordio da senior (l’American Cup disputata nel marzo 2013).

Dallo smacco subito da Katelyn Ohashi, Simone Biles ha letteralmente rivoluzionato la ginnastica artistica femminile, portandola a livelli di acrobatica sbalorditivi, da autentica marziana. Una perfezione incredibile, mista a delle difficoltà che solo lei è capace di eseguire, l’ha portata a diventare la ginnasta più vincente nella rassegna iridata (10 ori) e a laurearsi Campionessa del Mondo all-around per tre volte consecutive, unica nella storia a riuscirci.

 

Oggi la Rio Olympic Arena dovrebbe consacrare questa meravigliosa ragazza, cresciuta con i nonni insieme ai tre fratelli, abbandonata dalla madre alcolizzata. Una crescita esponenziale che l’ha portata a diventare l’immagine di questo sport in pochi anni, tanto da generare la fantomatica domanda: è la ginnasta più forte di tutti i tempi?

Per rispondere positivamente al quesito Simone sa benissimo che deve dominare le Olimpiadi e nel mirino ha il leggendario pokerissimo d’oro. L’altro ieri ha trascinato le Final Five alla conquista del titolo a squadre, oggi cercherà il bis prima di dedicarsi alle Finali di Specialità: la complessa missione al volteggio, poi la trave dove sarà insidiata da Lauren Hernandez prima dell’annunciato successo al corpo libero.

La sua gara incomincerà al volteggio dove piazzerà il suo solito vertiginoso Amanar, altissimo ed elevatissimo (in qualifica addirittura 9.7 di esecuzione). Passerà poi alle parallele, l’attrezzo a lei meno congeniale ma dove può tranquillamente toccare quota 15. Seconda parte di gara alla trave e al corpo libero, due specialità in cui è Campionessa del Mondo e sembra inavvicinabile, soprattutto al quadrato dove le sue diagonali sono spaventose. Simone succederà a Gabby Douglas, eliminata nel turno di qualificazione per la regola dei passaporti (le altre due statunitensi hanno fatto meglio di lei).

 

Si lotterà solo per le altre medaglie. L’argento sembra alla portata di mano di Aly Raisman, unica capace di sfondare il muro dei 60 punti in qualifica insieme alla Biles che ha toccato addirittura quota 62. La capitana delle Final Five e delle Fierce Five, dopo due ori con la squadra a Londra 2012 e Rio 2016, oltre al trionfo di quattro anni fa al corpo libero, potrebbe raccogliere la massima gioia sul giro completo.

La corsa al bronzo è invece più aperta. In ballo ci sono la russa Aliya Mustafina, indiscussa Zarina che quattro anni fa fu di bronzo nell-around. La Campionessa Olimpica alle parallele è apparsa in grande forma durante la Finale a Squadre dove ha trascinato la sua Nazione verso il podio a cinque cerchi. In qualifica è caduta dalla trave ma con i suoi staggi, con un bel volteggio e non sbagliando sui 10cm può ancora piazzare il colpaccio in una carriera già trionfale.

La Campionessa del Mondo all-around 2010 dovrà vedersela con la connazionale Seda Tutkhalyan, Campionessa Olimpica Giovanile che cerca il colpaccio. Attenzione a Giulia Steingruber, Campionessa d’Europa in carica e portabandiera della Svizzera: dotata di un corpo libero e di un volteggio fuori dal comune, potrebbe far saltare il banco se dovesse riuscire a essere pulita tra staggi e trave.

Rebeca Andrade ha a sorpresa concluso il turno di qualificazione al terzo posto: la brasiliana riuscirà a non farsi schiacciare dalla pressione del momento e a regalare una gioia al suo pubblico? È una outsider di lusso, staremo a vedere. Nel lotto delle potenziali medagliate anche le cinesi Yan Wang e Chunsong Shang. L’Italia si affiderà a Vanessa Ferrari e a Carlotta Ferlito.

 

stefano.villa@oasport.it

Lascia un commento

Top