Equitazione, Olimpiadi Rio 2016: Dujardin si conferma campionessa del dressage con un punteggio stellare

Equitazione-Charlotte-Dujardin-1.jpg

Chalotte Dujardin e Valegro si sono confermati al primo posto nella prova di dressage individuale: dopo il trionfo di Londra 2012, il binomio britannico è riuscito ad imporsi anche lontano da casa, nel rettangolo dei Giochi Olimpici di Rio 2016. La trentunenne ed il suo fido cavallo hanno incantato la giuria nel Grand Prix Freestyle, chiudendo con il punteggio stellare di 93.857 punti percentuali (uno dei giudici ha assegnato addirittura un 96.500%). Per Dujardin si tratta dunque della quarta medaglia olimpica, la terza d’oro, considerando anche le prove a squadre che le hanno regalato un oro a Londra ed un argento quest’anno.

Continua la striscia di medaglie anche per la quarantasettenne tedesca Isabell Werth, che con il suo Weihegold Old ha conquistato il secondo posto con una percentuale dell’89.071%, sfiorando dunque il muro dei novanta punti percentuali. La veterana sale così su un podio olimpico per la decima volta in carriera, e sarà accompagnata dalla connazionale Kristina Bröring-Sprehe, terza in sella a Desperados FRH. Il binomio che si presentava a questi Giochi Olimpici come numero uno del ranking mondiale ha chiuso con l’87.142%.

Sorprende la prestazione della statunitense Laura Graves, quarta con Verdades (85.196%), così come quella dello spagnolo Severo Jesús Jurado López, miglior cavaliere in una specialità dominata dalle amazzoni, che ha ottenuto il quinto posto in sella a Lorenzo (83.625%). Piccola delusione per la tedesca Dorothée Schneider, che nelle prove precedenti aveva dimostrato di potersi giocare il podio con le connazionali: per lei e per Showtime FRH è arrivato solo un sesto posto, nonostante un buon punteggio (82.946%). L’alto livello della gara è dimostrato dal fatto che i primi dieci binomi in classifica sono riusciti a superare la soglia degli ottanta punti percentuali.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top