Equitazione, Olimpiadi Rio 2016: brutta prova di Gaudiano nella prima qualificazione, eliminati illustri

Equitazione-Emanuele-Gaudiano.jpg

Si è conclusa la prima prova di qualificazione del salto ostacoli ai Giochi Olimpici di Rio 2016: il verdetto non è stato favorevole ai colori azzurri, visto che Emanuele Gaudiano ha collezionato ben 27 penalità in sella ad un Caspar 232 che sembrava abbastanza performante nella prima parte di gara, prima dell’errore alla riviera e del successivo rifiuto che ha dato il via al calvario.

Dei 75 binomi iscritti, sono ventiquattro quelli che hanno concluso il percorso senza penalità, mentre troviamo nomi eccellenti tra coloro che non sono riusciti a superare il taglio dei primi sessanta: lo svedese Rolf-Göran Bengtsson, medagliato mondiale, ha ottenuto sedici penalità su Unita, l’olandese Jur Vrieling su Zirocco Blue è stato squalificato, mentre non ha concluso la prova l’amazzone francese Pénélope Leprevost su Flora de Mariposa. Addirittura due eliminazioni per la squadra dell’Ucraina, visto che sia Cassio Rivetti su Fine Fleur du Marais che Ferenc Szentirmai su Chadino si sono dovuti fermare al secondo rifiuto.

Nella classifica a squadre, solamente la Germania ed il Brasile padrone di casa sono riusciti a terminare con zero penalità, mentre Paesi Bassi, Canada, Svizzera e Francia ne hanno ottenute quattro. Il salto ostacoli torna martedì con la seconda qualificazione individuale, valida anche come prima manche della finale a squadre: al termine di questa prova avremo una situazione più chiara in ottica medaglie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top