Equitazione, Global Champions Tour 2016: Zorzi sul podio a Valkenswaard, vince Bengtsson

Equitazione-Alberto-Zorzi-FISE.jpg

Il Global Champions Tour 2016 fa tappa questo fine settimana a Valkenswaard, nei Paesi Bassi, per l’ultimo grande appuntamento del salto ostacoli prima delle competizioni olimpiche di Rio 2016. Nella prova valida per il circuito mondiale, la vittoria è andata allo svedese Rolf-Göran Bengtsson, che in sella a Casall Ask ha realizzato tre percorsi netti, facendo segnare un tempo finale di 41″36. Alle sue spalle troviamo l’amazzone statunitense Laura Kraut su Cavalia (41″53), mentre l’azzurro Alberto Zorzi ha conquistato una splendida terza posizione in sella a Fair Light van”t Heike (42″53).

Nella classifica generale, l’amazzone australiana Edwina Tops-Alexander approfitta del suo sesto posto in sella a Caretina de Joter per portarsi al comando con 265 punti, precedendo proprio Bengtsson, secondo con 240 punti, mentre l’ex leader, il tedesco Christian Ahlmann, è ora terzo con 232 unità.

CLASSIFICA GLOBAL CHAMPIONS TOUR 2016
1. Edwina Tops-Alexander AUS 265
2. Rolf-Göran Bengtsson SWE 240
3. Christian Ahlmann GER 232
4. Bertram Allen IRL 212
5. Ludger Beerbaum GER 169
6. Daniel Bluman COL 166
7. Kevin Staut FRA 162
8. Harrie Smolders NED 160
9. Olivier Philippaerts BEL 160
10. John Whitaker GBR 146
11. Emanuele Gaudiano ITA 136

Sempre nella giornata di sabato, l’amazzone britannica Laura Renwick si è aggiudicata la prova contro il tempo in sella a Heliodor Hybris (63″61), precedendo in classifica il belga Nicola Philippaerts su H&M Quenzo de la Roque (63″98) e l’irlandese Conor Swail su Cita (64″25). Buon quinto posto per Emanuele Gaudiano, l’azzurro che sarà presente a Rio 2016, in sella a Kentucky v. Neerhof Z (66″50).

La prova inaugurale di venerdì era stata vinta dal saudita Abdullah Al Sharbatly su Tobalio (25″95), primo davanti allo statunitense McLain Ward su HH Carlos Z (26″70) ed all’olandese Michel Hendrix su Eder van den Blauwaert (27″97). La prova con barrage aveva invece premiato il tedesco Daniel Deusser su Happiness van T Paradijs (35″34) davanti all’irlandese Denis Lynch su All Star 5 (36″23) ed al campione olimpico in carica, lo svizzero Steve Guerdat su Albfuehren”s Happiness (36″80).

Aggiornamento: nella giornata di domenica, il belga Nicola Philippaerts si è aggiudicato il Grand Prix finale su H&M Harley v. Bisschop (40″80), davanti al tedesco Hans-Dieter Dreher su Embassy II (41″21) ed all’altro belga Jos Verlooy su Sunshine (42″49).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FISE

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top