Cricket, espulso per terrorismo Aftab Farooq, ex capitano della nazionale italiana under 19

FarooqCRICKET.jpg

Aftab Farooq, 26enne pakistano, è stato espulso dall’Italia, direzione Islamabad (Pakistan), per presunti collegamenti con lo Stato Islamico. Ritenuto un aspirante combattente, Farook è stato capitano della nazionale italiana under 19 di cricket. In una sua intervista, rilasciata al settimanale Sportweek, dichiarò la sua avversità verso il partito politico Lega Nord: “La Lega vorrebbe eliminarci anche dalla squadra di cricket, a loro l’integrazione non interessa”.

E’ incredulo Fabio Marabini, Presidente della squadra di cricket Kingsgrove Milano, in cui militava, come lanciatore, un giovane Farooq: “La persona descritta dai giornali è lontana da quella che conosco io, spero si tratti di un equivoco”, commenta Marabini, che continua a non credere alla colpevolezza del suo ex giocatore: “Non ho mai colto nessun tipo di indizio. Il venerdì andava in moschea e nulla più. E’ vero, si era fatto crescere la barba, ma se tutti quelli che si fanno crescere la barba sono terroristi, allora bisognerebbe arrestare anche gli hipster”.

Anche secondo Kamal Kariyawasam, colonna portante ed allenatore della formazione milanese, Farooq non aveva mai manifestato avversità verso gli occidentali: “L’ho scoperto io quando qualche anno fa il padre ce lo presentò ed io lo misi subito in campo, aveva qualcosa in più degli altri. Era un ragazzo veramente tranquillo, si trovava bene non solo con i pakistani, ma anche con indiani, cingalesi, bengalesi ed italiani”.

Una brutta vicenda, che non deve essere confusa con l’ottimo lavoro svolto dalla Federazione Italiana Cricket in questi anni.

Foto: quotidiano.net

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top