Ciclismo su pista, Olimpiadi Rio 2016: Russia out, ripescata l’Italia nell’inseguimento a squadre

inseguimentomaschile.jpg

Quella che era solo un’ipotesi lontana è diventata realtà. A causa dei provvedimenti per lo scandalo doping, il quartetto della Russia è stato escluso dalla gara dell’inseguimento a squadre di ciclismo su pista e al suo posto subentra quello dell’Italia, che aveva sfiorato la qualificazione attraverso il ranking. La squadra italiana, competitiva, è composta da Liam Bertazzo, Simone Consonni, Filippo Ganna e Francesco Lamon con riserva Michele Scartezzini, che sarà presente a Rio.

Una squadra molto giovane che comunque potrà cercare di dire la sua in una competizione estremamente complicata e di altissimo livello. Il quartetto, infatti, è composto per tre quarti dai protagonisti dell’argento iridato conquistato meno di un mese fa ai Mondiali Under 23 alle spalle della fortissima Francia con il crono di altissimo livello di 3’56″393. L’unico cambiamento rispetto a quella formazione riguarda Liam Bertazzo che prende il posto del giovanissimo (non ancora ventenne) Davide Plebani. La compagine azzurra a Rio sale così a 314 componenti (170 uomini e 144 donne).

 

Foto da: Pizzuto

Lascia un commento

Top