Ciclismo su pista, Olimpiadi Rio 2016: record italiano per il quartetto, finale per il bronzo sfiorata

inseguimentomaschile.jpg

Tanti, tanti, tanti applausi: il quartetto maschile ha fatto segnare il nuovo record italiano nel secondo turno dell’inseguimento a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016. 

Sulla pista brasiliana Filippo Ganna, Simone Consonni, Liam Bertazzo e Francesco Lamon hanno azzannato da subito i 4 chilometri di gara, stabilendo parziali inferiori a quanto fatto ieri nella prova di qualificazione e tagliando il traguardo con il tempo di 3:55.724, migliorando il precedente record nazionale che era di 3:56.393. La prova azzurra è stata tra l’altro influenzata dal sorpasso che hanno dovuto effettuare ai danni della squadra cinese, doppiata nel finale, allargando la traiettoria ideale.

E proprio quel sorpasso è costato caro agli azzurri che hanno mancato l’accesso alla finale per il bronzo per soli 70 millesimi. La Nuova Zelanda, autrice del quarto tempo, ha infatti fermato le lancette sul 3:55.654. Anche la sfortuna si è messa di traverso.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Fabio Pizzuto

Lascia un commento

Top