Canoa slalom: i giovani azzurri da seguire in ottica Tokyo 2020

Jakob-Weger-canoa-slalom-foto-sua-fb.jpg

Oltre a Giovanni De Gennaro e Stefanie Horn, non mancano di certo gli atleti da visionare in chiave Tokyo 2020. Vincenti o comunque piazzati di lusso nelle competizioni giovanili, Jakob Weger, i fratelli Ivaldi, Roberto Colazingari, Paolo Ceccon e Chiara Sabattini proveranno a ripetersi anche tra i senior.

Jakob Weger: campione europeo junior nel 2014, il canoista meranese è già stato inserito in pianta stabile nella nazionale senior. Interessante si prospetta il duello con suo fratello Matthias, di due anni più vecchio e portacolori dell’Austria.

Zeno & Raffaello Ivaldi: anche qui due fratelli con grande talento da tenere d’occhio. Il primo è argento europeo e mondiale under 23 nel K1, il secondo vanta un titolo junior nel C1.

Roberto Colazingari: plurititolato a livello giovanile, non ha ancora trovato la quadratura del cerchio tra i grandi. C’è bisogno del talento del canoista del Corpo Forestale per rilanciare un settore incapace di qualificarsi a Rio.

Paolo Ceccon: vicecampione del mondo under 23 nel C1, il cinuista del CCK Valstagna deve, come il compagno di squadra Colazingari, fare il salto di qualità tra i senior.

Chiara Sabattini: ottava agli Europei under 23 l’atleta delle Fiamme Azzurre è il prospetto più interessante a livello femminile.

francesco.drago@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top