Calcio, Olimpiadi Rio 2016 – Neymar: “Ho realizzato il mio sogno. Non farò più il capitano del Brasile”

Neymar-calcio-rio-2016-2-foto-twitter-fifa.jpg

Ha solo 24 anni ed è già capitano della nazionale più prestigiosa di tutte. Ma dopo l’oro olimpico vinto questa sera davanti al proprio pubblico, Neymar ha dichiarato: “Ne ho parlato con la mia famiglia e ho deciso. Da oggi non voglio più essere il capitano del Brasile“. Lo si legge sulla Gazzetta dello Sport. “Ci hanno criticato, ma abbiamo risposto col calcio. E’ uno dei momenti più belli della mia vita – ha aggiunto l’asso del Barcellona alle televisioni locali -. Nel momento del rigore decisivo pensavo solo a doverlo segnare. Ho realizzato il mio sogno“.

Come mi sento? E’ un mix di sentimenti – le parole del ct Rogerio Micale -. Sono euforico, realizzato per quella che è stata la preparazione. Sono molto felice. C’è orgoglio nel dividere questo oro con Neymar. Lui è un riferimento per il nostro calcio e ai rigori ha calciato molto bene, come tutti“. Le lacrime dell’1-7 subito due anni fa proprio dalla Germania a Belo Horizonte sono diventate pianti di gioia a Rio: “E’ una ragione di orgoglio per la nazionale e il popolo brasiliano. La fase del Mineirazo è passata, possiamo guardare al futuro con più orgoglio, abbiamo grande potenziale. Qui dovevamo rispondere alla gente, dire qualcosa alla comunità del calcio. Lo abbiamo fatto“.

Su Neymar Micale ha poi concluso: “Io ho deciso che sarebbe stato il capitano di questa squadra, mi sembrava la persona più adatta. E’ un leader e ha dimostrato maturità. Trovo sia nobile da parte sua lasciare a Tite (ct della selezione maggiore, ndr) la decisione sul capitano“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top