Calcio, Olimpiadi Rio 2016: il Brasile con le spalle al muro! Vittoria o eliminazione

Brasile-calcio-rio-2016-3-foto-fifa-twitter.jpg

La stella del Brasile olimpico di calcio, il fuoriquota Neymar, non si sarebbe mai aspettato una tale situazione alla vigilia dell’ultimo match della fase a gironi: verdeoro costretti a vincere per non salutare anticitamente la manifestazione di casa. E’ paradossale: una squadra costruita per segnare e far divertite il proprio pubblico, con i gioiellini Gabigol e Gabriel Jesus che fanno gola a tutte le big del calcio europeo, ha terminato sullo 0-0 le prime due partite contro Sudafrica e Iraq e in caso di mancato successo con la Danimarca prima sarebbe clamorosamente eliminata.

Dopo il flop del Mondiale 2014 (1-7 in semifinale contro la Germania) e le delusioni a raffica in Copa America, la Seleçao punta dichiaratamente sul torneo olimpico in cui non ha mai vinto l’oro nella sua storia ma finora l’avventura si sta rivelando un vero e proprio fallimento. Ed è una fortuna che la porta difesa da Weverton non sia stata ancora punita dagli avversari, perché oltre a faticare a segnare con uno spregiudicato 4-2-4 il Brasile barcolla anche a ogni contropiede incassato.

Tutto comunque è ancora aperto: appuntamento nella notte italiana, dalle 3, alla Fonte Arena di Salvador. Sarà all in con la consapevolezza di rischiare una figuraccia inattesa e forse ben più pesante delle precedenti, anche perché davvero il girone A pareva, alla vigilia, il più sbilanciato verso un comodo pronostico. Ma non c’è solo il Brasile a Rio 2016. Per esempio le sorti dei padroni di casa dipenderanno anche da Iraq-Sudafrica, in contemporanea a Sao Paolo, mentre un’altra big come la Germania rischia di tornare in patria anticipatamente dopo due pareggi consecutivi. I tedeschi hanno però le comode Fiji (ore 21) e dovrebbero approfittare del risultato di Corea del Sud-Messico (salvo biscotti, improbabili visto lo spirito olimpico) per qualificarsi ai quarti.

Alle 18 attesa per Argentina-Honduras: chi vince va avanti insieme al Portogallo (per i lusitani, tra le squadre finora più convincenti, agevole impegno con l’Algeria). Nel gruppo B, invece, Nigeria-Colombia e Giappone-Svezia di mezzanotte possono ancora ribaltare tutto. Al momento la classifica dice africani a punteggio pieno, Cafeteros a 2 e nipponici e scandinavi a 1.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Twitter Fifa

Lascia un commento

Top