Calcio femminile, Olimpiadi Rio 2016: il Brasile di Marta vede la finale, Germania-Canada match equilibrato

profilo-twitter-melanie-behringer.jpg

Hanno un sapore di déjà vu le semifinali del torneo olimpico di calcio femminile che quest’oggi animeranno i rettangoli verdi carioca per darci i nomi delle squadre in corsa per i tre gradini del podio. Brasile-Svezia e Germania-Canada saranno gli scontri che andranno in scena in questo 16 agosto e potrebbero essere occasione di rivalsa o conferma per i quattro team impegnati.

Per quanto concerne il match tra la Seleçao e le svedesi, in programma alle ore 18:00 italiane nel mitico Maracanã – Estádio Jornalista Mário Filho, le padrone di casa vanno a caccia della finale per l’oro forti delle certezze acquisite nel corso del torneo. Il brillante girone di qualificazione, concluso al primo posto con otto reti messe a segno ed una sola subita, ha dato tanta fiducia alle ragazze allenate da Vadão, ulteriormente galvanizzate dalla sofferta vittoria ai rigori con l’Australia (quarti di finale). Un gruppo molto forte non solo per le importanti individualità presenti in squadra ma anche per il gioco corale mostrato: Marta, Beatriz, Cristiane, Fabiana, tutte unite per un unico obiettivo, ovvero l’oro a Cinque Cerchi. In questo senso, l’aver affrontato le scandinave nel proprio raggruppamento è un vantaggio. Il 5-1 inflitto alla compagine di Pia Sundhage è stata, infatti, una dimostrazione di forza notevole. In particolare, la presenza in campo della citata Marta, leader indiscussa delle carioca, può dare qualcosa in più in termini di esperienza. La fantasista brasiliana, giocando nel Rosengard (club svedese), può fornire un apporto decisivo sotto il profilo tecnico e psicologico, conoscendo molto bene le avversarie che le verdeoro fronteggeranno. Vero è che Fridolina Rolfo e compagne potrebbero stupire, come già avvenuto nei quarti di finale contro le campionesse del mondo ed olimpiche in carica degli Stati Uniti, fermate sul 1-1 nei minuti regolamentari e sconfitte ai calci di rigore. Un successo frutto di un atteggiamento molto accorto della compagine della Sundhage che potrebbe replicarsi contro il Brasile. Ci attende quindi una sfida tra due differenti modo di intendere il calcio e vedremo chi avrà la meglio.

Venendo all’altra semifinale, tra le canadesi e le tedesche, rivincita dell’incontro del raggruppamento F, le calciatrici nordamericane sono quelle che più hanno convinto per compattezza ed equilibrio nel corso di tutto il torneo. Guidato dalla coppia d’attacco Christine Sinclair e Janine Beckie e protetto da una Kadeisha Buchanan insuperabile in difesa, il collettivo di John Herdman è l’unico ad aver concluso a punteggio pieno nel prima fase, imponendosi poi nei quarti di finale contro una squadra forte come la Francia, sconfitta per 1-0 grazie ad un goal di Sophie Schmidt. Ora, dunque, un nuovo confronto con la Germania (alle ore 21:00 italiane al Mineirão di Belo Horizonte), superata 2-1 nel secondo match del gruppo F, che può rappresentare una base importante da cui partire per il Canada. Dal canto suo le teutoniche, pur non avendo entusiasmato nel girone citato (1 vittoria, 1 pareggio ed 1 sconfitta), nel quarto contro la Cina hanno letteralmente annullato le orientali, aggiudicandosi il match 1-0 con la solita Melanie Behringer a segno. Sono infatti quattro le realizzazioni della giocatrice del Bayern Monacoin vetta alla classifica marcatrici della rassegna a Cinque Cerchi. Pertando, una partita aperta a qualunque risultato tra due compagini che si conoscono molto bene.

PROGRAMMA SEMIFINALI 

Brasile – Svezia ore 18:00 italiane Maracanã – Estádio Jornalista Mário Filho

Canada – Germania ore 21:00 italiane Mineirao – Belo Horizonte

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo twitter Melanie Behringer

Lascia un commento

Top