Calcio, Europa League playoff: il Sassuolo vuol continuare a sognare e dedicare il successo ai terremotati

13924899_1739267472978685_3242269497265667220_n.jpg

Il momento tanto atteso è finalmente giunto. Il Sassuolo di Eusebio Di Francesco, a partire dalle ore 20:30, nel caldo Marakanà di Belgrado andrà a caccia della qualificazione per la fase girone di Europa League fronteggiando la Stella Rossa nei playoff di questa competizione. Forte del 3-0 dell’andata, la compagine di Di Francesco va in terra serba non certo per difendere il risultato ma, se possibile, incrementare il vantaggio, giocando come al solito: coralità di manovra, movimenti d’attacco ben assortiti ed imprevedibilità sugli esterni. Sono questi i dettami impartiti dal mister della squadra emiliana, come confermato dalle stesse dichiarazioni dell’allenatore nel pre-partita: “Si riparte dallo zero a zero e noi giocheremo per vincere perché vogliamo passare il turno. Questa è la nostra mentalità che vogliamo portare nei nostri impegni fuori dall’Italia. So che non sarà facile, ma non siamo abituati a fare calcoli. Non scenderemo in campo per contenere o difendere il vantaggio, ma per giocare. All’andata non ho visto il vero Stella Rossa, anche se quella sera ho apprezzato solo un grande Sassuolo”.  In merito alle sue scelte, considerando il probabile tridente costituito da Alessandro Matri, Domenico Berardi e Matteo Politano, con l’ex giocatore di Juventus e Milan che sostituirà l’infortunato Grégoire Defrel, Di Francesco ha precisato: “Quella di Matri potrebbe essere una idea, ma deciderò nella notte. Le partite sono sempre da affrontare in determinate maniere. Poi un episodio, una espulsione può cambiare tutto“. Non è mancato poi un pensiero all’immane tragedia che ha colpito il Centro Italia: “Ci teniamo ad essere vicino alla gente che in questo momento soffre. E poi io sono di quelle parti, di Pescara, e mi sento particolarmente vicino a questa tragedia. Tutto il giorno ho guardato i Tg nella speranze che si fermasse il numero delle vittime“. Sassuolo che per quest’occasione dovrebbe giocare col lutto al braccio. 

Sarà dunque un incontro dai mille significati per fare la storia del Club del Presidente Giorgio Squinzi e dedicare la vittoria alle vittime del terremoto. Undici titolare che, come anticipato, dovrebbe essere sempre il solito 4-3-3, con Matri perno centrale e i due esterni creativi Berardi e Politano pronti a creare la superiorità numerica e, se possibile, andare a segno come nel match di una settimana fa. Servirà coraggio e tanta forza d’animo per non essere schiacciati dal tifo dei serbi che tenteranno un’impresa quasi impossibile ma nel calcio non si può mai dire. 

PROBABILI FORMAZIONI

Stella Rossa Belgrado (3-4-2-1): 1 Kahriman, 97 Phibel, 19 Cvetovic, 73 Ristic, 7 Ruiz, 20 Donald, 4 Le Tallec, 11 Mouche, 10 Katai, 93 Poletanovic, 70 Hugo Viera. (27 Supic, 2 Petkovic 3 Lukovic, 17 Plavsic, 55 Srnic, 77 Rendulic , 81 Sikimic). All.: Bozovic.

Sassuolo (4-3-3): 47 Consigli, 20 Lirola, 15 Acerbi, 28 P. Cannavaro, 13 Peluso, 8 Biondini, 4 Magnanelli, 32 Duncan, 25 Berardi, 10 Matri, 16 Politano. (79 Pegolo, 5 Antei, 55 Letschert, 12 Sensi, 22 Mazzitelli, 9 Falcinelli, 29 Trotta). All.: Di Francesco. Arbitro: Fernández Borbalán (Spagna).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo facebook Domenico Berardi

Lascia un commento

Top