Boxe, Olimpiadi Rio 2016: Tommasone si arrende con onore al fuoriclasse Alvarez

Boxe-Carmine-Tommasone-FPI.jpg

Finisce agli ottavi di finale l’avventura di Carmine Tommasone alle Olimpiadi di Rio 2016. Il primo pugile professionista italiano di sempre a qualificarsi per i Giochi è stato superato ai punti e con verdetto unanime dal cubano Lazaro Alvarez per 3-0: 30-27, 30-27, 29-28. Il peso leggero irpino, tuttavia, non ha sfigurato al cospetto di un fuoriclasse indiscusso, capace di aggiudicarsi gli ultimi due titoli iridati della categoria e grande favorito per la medaglia d’oro.

L’azzurro iniziava l’incontro con coraggio e personalità, facendo tuonare sul caraibico un potente destro al corpo, replicato da un gancio destro. Alvarez entrava gradualmente nel match e si sbloccava con un montante sinistro, seguito da un gancio destro. Un round equilibrato veniva risolto proprio nelle battute conclusive da un gancio destro ben assestato da parte del cubano.

Tommasone iniziava a crederci e accorciava la distanza nella seconda ripresa, andando spesso e volentieri a segno al corpo dell’avversario. Ancora una volta Alvarez usciva alla distanza, piazzando dei colpi più precisi e di grande caratura tecnica.

Il pugile campano accusava un calo fisico nella terza e conclusiva frazione, dove veniva anche messo al tappeto da un poderoso gancio sinistro del rivale. Con grande orgoglio l’azzurro lottava fino in fondo, colpendo l’avversario con un gancio sinistro proprio un secondo prima dell’ultima campana.

Tommasone, dunque, chiude la sua prima esperienza olimpica a testa altissima al cospetto di un avversario oggettivamente superiore.

federico.militello@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top