Boxe, Irma Testa: “Tokyo 2020? Non lo so. C’è un problema giudici. Mia sconfitta studiata a tavolino”

Boxe-Irma-Testa-FPI.jpg

Irma Testa non ha ancora smaltito la cocente delusione olimpica. La pugile azzurra, sconfitta ai quarti delle Olimpiadi di Rio 2016 dalla forte francese Estelle Moselly, come riporta La Stampa, ha espresso forte dissenso nell’operato dei giudici: “Credevo di essere avanti nel punteggio”, commenta Irma.

La 18enne di Torre Annunziata, possibile favorita alle future Olimpiadi di Tokyo 2020, lascia spazio ad una scioccante ipotesi: il ritiro. “Quattro anni sono tanti, possono succedere molte cose sia in bene che in male. Io sono così: voglio tutto e lo voglio subito. Non so se riparto più forte di prima e soprattutto se riparto. Deciderò dopo un mese di vacanza. Magari cambio sport un domani e tra quattro anni disputo un’altra disciplina, anche se so che posso dare ancora tanto al pugilato italiano”.

E’ forte il rammarico e la delusione nelle sue parole. Irma non comprende il giudizio della giuria: “E’ dall’inizio che ci danno addosso. Quattro riprese, tutti 9. Almeno uno di loro doveva sbagliarsi e darmi 10. Non esiste, vuol dire che c’è stato uno studio a tavolino”.

Foto: FPI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top