Beach volley, World Tour Finals 2016 Toronto. Due coppie azzurre qualificate. Niente wild card per Lupo/Nicolai

ranghieri-carambula.jpg

Saranno soltanto due le coppie italiane alle finali del World Tour in programma a Toronto dal 13 al 18 settembre prossimi. Chiuso anche l’ultimo appuntamento del circuito mondiale a Long Beach sono delineate le classifiche finali che decretano la qualificazione delle prime otto coppie all’atto conclusivo e oggi la Federazione Mondiale ha reso note le wild card per uno degli appuntamenti più attesi della stagione.

La prima notizia è che la coppia azzurra medaglia d’argento olimpica a Rio2016 Lupo/Nicolai non ci sarà e dunque con la finale di Copacabana ha chiuso la sua stagione e dà appuntamento al prossimo anno.

La Federazione canadese ha preferito (probabilmente d’accordo anche con l’entourage degli italiani) offrire la wild card internazionale agli olandesi Brouwer/Meeuwsen, oltre a quella “dovuta” ai campioni olimpici Alison/Bruno. Nessuna delle coppie medagliste di Rio è fra le prime otto coppie in classifica nel World Tour, qualificate di diritto a Toronto. Fra queste, al quarto posto, c’è quella azzurra formata da Alex Ranghieri e Adrian Carambula che attualmente occupa la quarta posizione e, in caso di buon risultato, potrebbe rendere ancora più storica la stagione del beach azzurro, facendo salire per la prima volta una coppia italiana sul podio del circuito mondiale.

Queste le otto coppie qualificate di diritto in campo maschile: Aleksandrs Samoilovs/Janis Smedins (Lat),  Phil Dalhausser/Nick Lucena (Usa), Piotr Kantor/Bartosz Losiak (Pol), Adrian Carambula/Alex Ranghieri (Ita), Tri Bourne/John Hyden (Usa), Lombardo Ontiveros/Juan Virgen (Mex), Evandro Goncalves/Pedro Solberg (Bra), Grzegorz Fijalek/Mariusz Prudel (Pol). Le Wild Card canadesi: Ben Saxton/Chaim Schalk (Can), Josh Binstock/Sam Schachter (Can). Le Wild Card internazionali: Alexander Brouwer/Robert Meeuwsen (Ned), Alison Cerutti/Bruno Oscar Schmidt (Bra).

In campo femminile è andata benissimo ai colori azzurri che, per un pelo, salvano la partecipazione alle World Tour Finals. Marta Menegatti, che si è conquistata la qualificazione sul campo, andrà, come a Rio, assieme a Laura Giombini che sostituisce Viktoria Orsi Toth ancora in attesa di giudizio per il caso doping subito prima dei Giochi Olimpici. La coppia azzurra ha salvato l’ottavo posto nella generale (era settima prima di Long Beach) ed essendo ammessa una sostituzione in caso di impossibilità a partecipare di una delle due componenti della coppia, sarà al via del prestigioso torneo.

Queste le prime otto della classifica qualificate di diritto: Laura Ludwig/Kira Walkenhorst, (Ger),  April Ross/Kerri Walsh Jennings (Usa), Chantal Laboureur/Julia Sude (Ger), Talita Antunes/Larissa Franca (Bra), 5 Elsa Baquerizo/Liliana Fernandez (Esp), Isabelle Forrer/Anouk Verge-Depre (Sui), Ana Gallay/Georgina Klug (Arg), Marta Menegatti/Laura Giombini (Ita). La notizia riguarda una delle due wild card canadesi. La prima spetta a Jamie Broder/Kristina Valjas, mentre la seconda spetterebbe a Sarah Pavan e Heather Bansley ma le due canadesi hanno deciso di dividersi subito dopo il torneo olimpico e dunque con ogni probabilità spetterà alla federazione canadese (che già ha dovuto studiare lo spareggione tra le due coppie maschili per la qualificazione a Rio) decidere quale delle due atlete rappresenterà la nazionale della foglia d’acero sulla sabbia di casa con la nuova compagna. Queste le wild card internazionali: Louise Bawden/Taliqua Clancy (Aus), Joana Heidrich/Nadine Zumkehr (Sui).

Lascia un commento

Top