Beach volley, Olimpiadi Rio 2016. Nicolai/Lupo, compito svolto: basterà per gli ottavi? Le dichiarazioni

nicolai-10.8.2016.jpg

L’impressione è quello del compitino svolto senza voler sprecare troppe energie ma la vittoria di Niolai/Lupo contro i tunisini Naceur/Belhaj. Sta di fatto che gli azzurri conquistano la prima vittoria nel torneo olimpico e fanno un passo avanti importante verso gli ottavi di finale, si spera senza dover passare dalle forche caudine del torneo lucky loser che potrebbe presentare sorprese negative in fatto di avversari.

Azzurri superiori, non c’erano dubbi ma non straripanti come ci si poteva aspettare. Qualche errore di troppo, qualche disattenzione, segnale che la sconfitta con Virgen/Ontiveros ha lasciato il segno.

Nel primo set c’è equilibrio, inatteso, fino al 10-9 per gli azzurri, che poi riescono a prendere un piccolo vantaggio e a mantenerlo fino al 21-17 conclusivo.

Nel secondo set inizio da incubo con gli africani che vanno addirittura avanti 6-8, poi gli azzurri ritrovano il bandolo della matassa e piazzano un break di 7-1 che incanala il match sui binari attesi. Nel finale si dilata il vantaggio a favore degli italiani (21-13) ed è una buona notizia anche in prospettiva quoziente punti.

Queste le chiarazioni dei due azzurri appena finita la gara:

NICOLAI:Loro hanno giocato con la consapevolezza che non avevano nulla da perdere e con il pubblico tutto per loro. Hanno fatto la loro gara, ma credo che nel complesso la nostra sia stata una buona prestazione. Abbiamo giocato con pazienza e con il giusto atteggiamento. Con la sconfitta contro i messicani abbiamo inconsapevolmente scelto la strada più complicata e ora non possiamo permetterci di fare troppi calcoli, dobbiamo vincere e farlo bene, sono tutte finali da questo momento in poi. Vediamo cosa succederà”.

LUPO:Ci siamo divertiti; è stata una bella partita, da ora in poi tutte le partite sono importanti, ma in questo modo riusciremo a capire realmente a che livello siamo. Purtroppo la sconfitta della prima giornata contro i messicani ci ha complicato la vita e sorpreso, ma sappiamo che non possiamo più sbagliare”.

Lascia un commento

Top