Beach volley Olimpiadi Rio 2016. Azzurri: Ranghieri/Carambula aprono le danze, ricordando Klagenfurt…

ranghieri-carambula-horst-doppler-5.8.2016.jpg

E’ trascorso poco più di un anno da quando Alex Ranghieri e Adrian Carambula si presentarono in quello che (esclusi i palcoscenici olimpici) viene considerato da tutti lo stadio più bello del beach volley mondiale, a Klagenfurt per giocarsi l’accesso alla semifinale del campionato europeo contro gli austriaci Clemens Doppler e Alexander Horst, sostenuti a gran voce (e non solo quella) dal pubblico di casa.

Gli italiani, sfruttando il loro magic moment, vinsero e conquistarono la semifinale lasciando a bocca aperta gli appassionati austriaci che alla fine riservarono loro molti applausi. Il precedente tra Ranghier/Carambula e Doppler/Horst è soprattutto questo anche se ce n’è un altro poco prima a Porec, nel quale gli austriaci ebbero la meglio 2-0 ma Ranghieri/Carambula poi seppero arrivare fino in fondo conquistando il primo podio assieme (al secondo torneo) con il terzo posto finale. Austria che porta bene alla coppia azzurra che, ogni volta che incontra una coppia austriaca, arriva molto lontano: da non dimenticare il successo degli italiani a Doha contro Huber/Seidl, coppia numero due dell’Austria del beach volley.

Il remake della sfida di Klagenfurt va in scena domani all’Arena Olimpica ed è una partita subito importantissima per le ambizioni degli azzurri che devono fare i conti con un girone molto complicato, senza coppie “materasso” e con tre sfide ad altissima tensione, la prima delle quali con gli esperti Doppler/Horst.

Di fronte ci sono due esordienti alle Olimpiadi come Ranghieri e Carambula e due veterano dei tornei a Cinque Cerchi visto che sia Doppler che Horst sono alla terza partecipazione, la seconda assieme. Coppie in campo alle 15 per aprire il siaprio sul sesto torneo olimpico del beach volley, il primo che si disputa nella casa del beach a Copacabana.

Lascia un commento

Top