Basket, Olimpiadi Rio 2016: Teodosic spazza via l’Australia. Serbia contro Team Usa per l’oro

basket-teodosic-bogdanovic-serbia-fb-milos-teodosic.png

La Serbia gioca e vince una gara di semifinale assolutamente senza storia, condotta per mano da un Teodosic in serata di grazia, centrando la pronosticabile finale contro Team Usa. I sorprendenti Canguri si fermano al cospetto della concretezza serba, stasera anche bella, cinica, devastante. I guerrieri di coach Djordjevic giocano una partita razionale e fisica allo stesso tempo, dominando al rimbalzo.

La cronaca. L’Australia parte con Mills e Della Vedova in regia, Ingles, Baynes e Bogut. La Serbia risponde con Teodosic in regia, Markovic, Kalinic, Macvan e Raduljica. L’avvio è superbo per le Aquile: la schiacciata di Raduljica firma l’8-0 devastante che spinge la panchina dei distratti Boomers a chiamare il time-out n.1.

Il primo canestro dell’Australia è una tripla di Mills. Quattordici rimbalzi a sei e soli cinque punti concessi contro i sedici realizzati. Il cinque a zero di parziale dell’Australia ad inizio secondo periodo riapre teoricamente la gara ma è un break illusorio. Dopo il time-out serbo ed il ritorno in campo di Milos Teodosic, le canotte rosse rimettono la gara sui giusti binari: il vantaggio cresce fino al più quattordici.

La Serbia diventa padrona del campo minuto dopo minuto: Bogdanovic sale in cattedra ed il vantaggio arriva fino al +21. L’Australia esce anzitempo dalla gara. Il terzo periodo continua con la Serbia al comando: Markovic è spettacolare, l’Australia non punge ed il massimo vantaggio viene migliorato fino al +26. Teodosic domina in mezzo al campo, l’Australia è sempre incapace di reagire, una brutta copia della squadra che aveva combattuto ad armi pari contro gli Stati Uniti.

Per i balcanici la gara diventa una passeggiata. Il vantaggio cresce fino al più ventotto di fine periodo: 38 a 66. Nell’accademico quarto periodo c’è ancora spazio per la bella schiacciata di Raduljica su assist di un immenso Teodosic che conferma un massiccio 72 a 43. Il +31 è figlio ancora del genio di uno strepitoso Teodosic, che fornisce un assist sotto le gambe dell’avversario a Raduljica che a sua volta serve Markovic per la tripla da apoteosi del 76 a 45. Finirà 87-61: la Serbia è già certa dell’argento, ma vorrà sicuramente stupire in finale contro i Fenomeni.

Il tabellino

Australia-Serbia 61-87 (5-16, 9-19, 24-31, 23-21)

Australia: Mills 13, Ingles 12, Motum 11

Serbia: Teodosic 22, Markovic 14, Raduljica 11, Macvan 11

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: profilo FB Milos Teodosic

Lascia un commento

Top