Atletica, Olimpiadi Rio 2016 – Usain Bolt: “Una finale senza doping non è mai garantita”

usain-bolt-pagina-facebook.jpg

E’ stato il personaggio di Pechino e Londra, e arriva a Rio da leggenda dell’atletica Mondiale. Stiamo parlando di Usain Bolt, sprinter giamaicano alla ricerca della terza tripletta olimpica nei 100, 200 e 4×100. Arrivato in Brasile, il 29enne caraibico ha come al solito lasciato il segno, concedendo selfie e ballando la samba, ma lasciando anche importanti dichiarazioni, riportate dal sito della Gazzetta dello Sport.

Il “Fulmine” si è espresso, tra le altre cose, su una finale olimpica totalmente pulita da doping, affermando che: Nella vita nulla è garantito. È una cosa di cui devono occuparsi Wada e Cio, il mio compito è gareggiare ed entusiasmare il pubblico. Penso però che lo sport stia andando nella direzione giusta, stiamo estirpando l’erba cattiva. È per questo che la gente ha fede. Bisogna superare i momenti bui per arrivare a quelli belli, credo che ci sarà uno sport pulito fra pochi anni”. Sulle sue ambizioni ai Giochi: “Voglio davvero il record sui 200, voglio correre sotto i 19 secondi. Sono più nervoso per i 200 che per qualsiasi altra gara. Nei 100 so quali sono i miei punti di forza e quelli deboli, ma nei 200 sono sempre nervoso, dalle batterie alla finale».

Foto: pagina Facebook Usain Bolt

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top