Atletica, Olimpiadi Rio 2016 – Usain Bolt, scioltezza in batteria. Impressiona Gatlin in 10.01, occhio a Blake

Usain-Bolt-sky.jpg

A Rio de Janeiro si sono disputate le batterie dei 100m di atletica leggera. Le Olimpiadi 2016 hanno vissuto il primo atto della gara Regina di tutti i Giochi, attesissima per la presenza della grande stella Usain Bolt. Vediamo come sono andati tutti i big in gara e i qualificati alle semifinali.

 

USAIN BOLT si è presentato completamente rasato, prendendosi la solita ovazione del pubblico. Poco show prima del via, il Fulmine si è semplicemente limitato a passarsi le mani sulla stessa e a chiedere il silenzio al momento della chiamata dello starter.

Si è rialzato prestissimo in uscita dai blocchi di partenza (ottimo però il tempo di reazione di 0.156) ma si è disteso rapidamente sfruttando le sue lunghe leve. Ha poi marcato gli avversari girandosi spesso sulla sua sinistra, chiudendo al piccolo trotto in 10.08. Non ha strafatto, ha dimostrato dei problemi in partenza ma sul lanciato non ce n’è davvero per nessuno. Alle sue spalle Andrew Fisher (10.12) e James Dasaolu (10.18), entrambi passano il turno.

 

JUSTIN GATLIN, impegnato nella seconda batteria, desta buona impressione. Lo statunitense, avversario annunciato di Usain Bolt, esce bene dai blocchi di partenza, accelera rapidamente e smette di correre attorno ai 70 metri. Tutto semplice e chiusura in 10.01 con 0.8 m/s di vento a favore: è suo il miglior tempo di giornata.

YOHAN BLAKE, impegnato nella sesta batteria, ha corso senza dannarsi l’anima, ritornando alla ribalta dopo un quadriennio in difficoltà. L’ex Campione del Mondo non esce bene dai blocchi, si rialza rapidamente ma poi macina rapidamente e ha pure tempo per frenare nel finale chiudendo in 10.11.

XIE ZHENYE, impegnato nella terza batteria, è una delle grandi sorprese del turno. Esce attorno a metà gara e spinge fino in fondo correndo il personale in 10.08.

NICKEL ASHMEADE, impegnato nella terza batteria, non ha voluto forzare il passo, nascondendosi alle spalle della stella cinese. Chiude in 10.13, avrà modo per brillare in semifinale.

TRAVYON BROMELL, impegnato nella quinta batteria, non ha impressionato. Esce male dai blocchi di partenza, venendo battuto dal sorprendente ivoriano Ben Youssef Meite (10.03): ci si aspettava di più dalla grande promessa statunitense.

CHRISTOPHE LEMAITRE si è reso protagonista di una brutta partenza ma sul lanciato è piaciuto e ha chiuso in 10.16 che gli basta per essere ripescato. Il francese, però, sembra lontano dai suoi giorni migliori.

SU BINGTIAN (10.17) e JIMMY VICAUT (10.19) faticano ma accedono comunque alle semifinali assieme all’eterno KIM COLLINS (10.18).

 

Il canadese Andre De Grasse (10.04) e Kemarley Brown dal Bahrein (10.13) hanno vinto rispettivamente la quarta e la prima batteria passando agevolmente il turno. Avanti con una performance da urlo anche l’ivoriano Ben Youssef Meite (10.03, secondo miglior tempo assoluto) che primeggia nella quinta batteria e il sudafricano Akani Simbine (10.14).

Passano il turno anche gli altri secondi classificati: il britannico Chijindu Ujah (10.13), Daniel Bailey da Antigua & Barbuda (10.20), il giapponese Aska Cambridge (10.13), il turco Jak Ali Harvey (10.14), il giapponese Ryota Yamagata (10.20).

Eliminato l’olandese Churandy Martina (10.22). Deludentissimo il tedesco Julian Reus, accreditato di uno stagionale di 10.01 ed eliminato in 10.34.

 

Lascia un commento

Top