Atletica, Olimpiadi Rio 2016 – Usain Bolt a caccia della doppietta: atteso lo show sui 200m, tempo vicino al record?

Usain-Bolt-sky.jpg

Per riscrivere nuovamente la leggenda, per entrare ancora di più nella storia. È con questi obiettivi che Usain Bolt si presenterà sui blocchi di partenza della Finale dei 200m che stanotte (ore 03.30 italiane) assegnerà le medaglie alle Olimpiadi di Rio 2016.

Dopo aver superato Carl Lewis come pluri trionfatore dei 100m ai Giochi Olimpici (tre ori consecutivi, imbattuto da Pechino 2008 contro la doppietta del Figlio del Vento), il Fulmine non ha avversari sulla distanza da lui preferita, quella che da sempre gli è stata maggiormente congeniale e che lo ha esaltato più di tutte.

Il giamaicano si è imposto nettamente nelle ultime due edizioni della rassegna a cinque cerchi e punta a un mirabolante tris che gli consegnerebbe anche l’ottava medaglia d’oro alle Olimpiadi in otto gare disputate: insuperabile.

Nei turni eliminatori ha dimostrato uno strapotere netto che nell’atto conclusivo potrebbe esplodere ulteriormente: in semifinale si è rialzato a metà rettilineo e ha giocato di sguardi con Andre de Grasse, sulla carta uno dei pochi rivali di Bolt insieme allo statunitense Lashawn Merritt. Rivali teorici perché l’icona dell’atletica leggera sembra essere nettamente superiore a tutti gli altri.

Alla vigilia della competizione aveva dichiarato che gli sarebbe piaciuto avvicinare il suo record del mondo, quel 19.19 stampato ai Mondiali di Berlino sette anni fa. Non sarà facile ma le gambe sembrano davvero esserci. Sarebbe la ciliegina sulla torta per il velocista più forte di tutti i tempi che poi nel weekend andrà a caccia della tripletta con la staffetta 4x100m. Già detto degli altri due big in partenza, attenzione al francese Christophe Lemaitre che può giocarsi tutte le sue carte, all’eterno olandese Churandy Martina e al britannico Adam Gemili mentre il panamense Alonso Edward e il turco Ramil Guliyev sembrano partire più attardati.

 

Lascia un commento

Top