Atletica, Olimpiadi Rio 2016 – Italia, pomeriggio nero: tutte eliminazioni tra qualificazioni e batterie. Donato, niente impresa

profilo-fb-fabrizio-donato.jpg

Pomeriggio nero per l’Italia dell’atletica leggera alle Olimpiadi di Rio 2016. Tutti gli azzurri in gara vengono infatti eliminati in maniera deludente tra i vari turni di qualificazione e batterie.

FABRIZIO DONATO si presentava per difendere la medaglia di bronzo conquistata a Londra 2012. Una missione oggettivamente impossibile per il fresco 40enne (spente ieri le candeline degli anta) che non riesce a brillare nel salto triplo: 16.54, 17esimo posto e addio finale. Un peccato perché la terza prova era decisamente buona ma purtroppo nulla per un solo centimetro. Per strappare la qualificazione alla Finale serviva saltare solo sette centimetri in più e superare i 16.61 del cubano Lazaro Martinez, una misura assolutamente alla portata del nostro capitano.

Nei 3000m siepi prove deludente di YURI FLORIANI e ABDOULLAH BAMOUSSA: nella prima batteria il trentino è solo decimo in 8:40.80, nella seconda l’altro azzurro è solo 12esimo in 8:42.81. Entrambi lontanissimi dall’ultimo tempo di ripescaggio e senza alcuna speranza di passare il turni.

GLORIA HOOPER è stata anonima nelle batterie dei 200m. Nella seconda serie ha concluso al sesto posto in un altissimo 23.05. Brutta corsa nel mezzo giro di pista, senza riuscire a cambiare il ritmo e non riuscendo a provarci fino in fondo.

 

Lascia un commento

Top