Atletica, Olimpiadi Rio 2016: Dilshod Nazarov regala uno storico oro al Tajikistan

Atletica-Dilshod-Nazarov.jpg

Piccola repubblica ex sovietica dell’Asia Centrale, il Tajikistan ha vinto le sue prime medaglie a Pechino 2008, ma ha dovuto aspettare la finale del lancio del martello maschile dei Giochi di Rio 2016 per vedere la propria bandiera sventolare sul gradino più alto del podio. A realizzare l’impresa è stato il trentaquattrenne Dilshod Nazarov, già argento ai Mondiali dello scorso anno e tre volte vincitore degli Asian Games, che è stato l’unico in grado di far volare il proprio attrezzo oltre i 78 metri, lanciando il martello prima a 78.07 metri al terzo tentativo e poi a 78.68 metri al quinto. Nazarov ha dunque negato la vittoria al discusso bielorusso Ivan Tsikhan, già squalificato per doping in passato, che a quarant’anni compiuti torna su un podio a cinque cerchi conquistando la medaglia d’argento con un lancio da 77.79 metri.

Orfana del campione mondiale Paweł Fajdek, eliminato clamorosamente in batteria, la Polonia puntava tutto su Wojciech Nowicki, che dopo aver realizzato una gara sotto tono è riuscito a realizzare un ultimo lancio da 77.73 metri, che gli ha permesso di salire sul gradino più basso del podio. Medaglia negata, dunque, per il sorprendente messicano Diego Del Real, che era stato terzo per quasi tutta la gara con 76.05 metri, dovendo però alla fine accontentarsi della quarta posizione. Completa la top 5 lo slovacco Marcel Lomnický, con 75.97 metri.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it 

Lascia un commento

Top