Volley, World League 2016 – L’Italia sfida la Serbia in semifinale: il probabile sestetto azzurro. Zaytsev opposto o gioca il Tridente?

Osmany-Juantorena.jpg

Oggi pomeriggio (ore 17.30, diretta tv su RaiSport e diretta scritta su OASport) l‘Italia sfiderà la Serbia nella semifinale della World League 2016 di volley maschile.

Alla Tauron Arena di Cracovia (Polonia) gli azzurri chiedono il lascia passare agli slavi privi di Aleksandar Atanasijevic e vogliono tornare a disputare una Finale dopo 12 anni da quella persa contro il Brasile: è arrivata l’ora di sfatare il tabù.

Dubbi in casa Italia: quale sestetto verrà schierato da Chicco Blengini? La vittoria sugli USA porterebbe a giocare con lo schema classico che prevede Ivan Zaytsev opposto, Osmany Juantorena e Filippo Lanza di banda, Simone Giannelli in cabina di regia, capitan Emanuele Birarelli e Simone Buti al centro, Massimo Colaci il libero.

Dunque panchina per Luca Vettori che però rientrerebbe in gioco se si decidesse di riprendere la via del Tridente Offensivo che mercoledì pomeriggio aveva prodotto scarsi risultati contro il Brasile, convincendo a un cambio di modulo nel corso dell’incontro. In quel caso il Vetto opposto, Zaytsev e Juantorena di banda, invariato il resto del sestetto. La parziale bocciatura dell’esordio potrebbe far desistere dall’adottare fin da subito questa soluzione, magari applicabile in caso di emergenza.

 

Dall’altra parte della rete Grbic non ha dubbi e schiererà quasi sicuramente il sestetto che ha demolito la Polonia, evitando di riproporre il turnover esibito ieri pomeriggio contro la Francia nel match del biscotto fatto mangiare ai padroni di casa.

Jovovic in cabina di regia, Luburic l’opposto, Ivovic e Kovacevic (possibile ballottaggio con Nikic) di banda, Podrascanin e Lisinac al centro, Majstorovic e Rosic i due liberi.

 

(foto FIVB)

Lascia un commento

Top