Volley, World League 2016 – Italia, prenditi la Finale! L’ostacolo Serbia sulla strada per il titolo

Juantorena-Volley-Renzo-Brico.jpg

L’Italia è tornata dove le spetta. Dopo l’assenza del 2015 caratterizzato dalla “Cacciata di Rio” che chiuse l’era Berruto, la nostra Nazionale disputerà la semifinale della World League 2016 di volley maschile.

Oggi pomeriggio (ore 17.30, diretta scritta su OASport e diretta tv su RaiSport) gli azzurri affronteranno la Serbia alla Tauron Arena di Cracovia. In palio la Finalissima del prestigioso torneo internazionale che assegna un milione di dollari: l’Italia non raggiunge l’atto conclusivo addirittura dal 2004 quando venne sconfitta dal Brasile.

A distanza di 12 anni dall’ultima volta gli uomini di Blengini cercheranno di sfatare il tabù contro un avversario ultra motivato e iper concentrato che in questo weekend vivrà il suo momento clou della stagione visto che ha mancato la qualificazione alle Olimpiadi 2016. Gli slavi si sono preparati al meglio per provare a vincere la competizione per la prima volta nella loro storia dopo la Finale persa lo scorso anno contro la Francia.

 

Sarà un match di altissimo livello tecnico e di grande intensità, contro un avversario ostico che ci ha già sconfitto due settimane fa al tie-break nell’ultimo match della fase eliminatoria anche se entrambe le squadre si erano già qualificate alla Final Six che si sta svolgendo in Polonia.

Si preannuncia una partita giocata sul filo dell’equilibrio con gli slavi che daranno l’anima, come sempre quando giocano contro di noi. I nervi saranno molto tesi… La Serbia ha sconfitto la Polonia all’esordio e poi ieri ha semi-biscottato con la Francia, passando il turno a braccetto dei Campioni d’Europa ed eliminando così i Campioni del Mondo che stanno organizzato l’atto conclusivo della manifestazione.

Gli azzurri, invece, devono ringraziare il Brasile che sotto 2-0 contro gli USA ha annullato due match-point e ha piazzato il rimontone che ha permesso ai nostri ragazzi di giungere fin qui dopo il bel successo sugli USA e il brutto schiaffone preso dai verdeoro al debutto nel torneo.

C’è curiosità sul sestetto titolare dell’Italia. Partiremo con Ivan Zaytsev opposto titolare, abbandonando ancora una volta il Tridente Offensivo come successo contro gli USA oppure Blengini riproporrà lo schema azzardato con lo Zar, Juantorena e Vettori in campo insieme? C’è bisogno della solidità di Lanza e di trovare un gioco equilibrato tra difesa e fase offensiva. Giannelli in cabina di regia, al centro Birarelli e Buti, Colaci il nostro libero. Servirà picchiare forte dai 9 metri, avere pazienza, non disunirsi e giocare molto bene in difesa.

Dovremo stare ben attenti al muro e al servizio degli avversari. Da temere i centrali Podrascanin e Lisinac, il primo conoscenza della nostra SuperLega e il secondo letteralmente scatenato a muro. Jovovic è il giovane regista che ha trovato in Ivoviv e Luburic degli eccellenti terminali offensivi, con l’altra banda che sarà uno tra Kovacevic e Nikic, altri giocatori del nostro campionato.

 

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top