Volley, World League 2016 – Italia alla prova Final Six! Il confronto con le big prima delle Olimpiadi

Italia-volley-maschile-Grand-Prix.jpg

L’Italia è sbarcata a Cracovia (Polonia) dove da domani disputerà la Final Six della World League 2016 di volley maschile.

La nostra Nazionale utilizzerà questa competizione come preparazione in vista delle Olimpiadi 2016, ormai distanti solo tre settimane. Gli azzurri avranno modo di confrontarsi con le altre big del circuito internazionale, affrontando subito Brasile e USA, due squadre che dovremo sfidare anche nel girone eliminatorio di Rio.

Saranno due partite determinanti per capire il livello raggiunto dagli uomini di Blengini e per comprendere cosa potremo realmente fare a Rio de Janeiro. L’Italia è ambiziosa ma deve ancora perfezionarsi, trovare l’amalgama e il ritmo migliore, come ha fatto intuire durante la fase preliminare della World League caratterizzata da tre scivoloni contro Francia, USA e Serbia.

Il quinto posto dello scorso anno mise fine all’era Berruto, culminata con la celeberrima “Cacciata di Rio” di Zaytsev e Travica. Medaglie di bronzo, invece, nelle due precedenti edizioni.

 

Birarelli e compagni sono inseriti in un girone di ferro in un torneo di primissimo piano, completato nell’altra Pool dalla presenza di Polonia, Francia e Serbia. Campioni del Mondo, Campioni d’Europa, vincitore della Coppa del Mondo, manca solo la Russia Campionessa Olimpica per definire fantascientifico quello che andremo a vedere in questi giorni.

L’Italia dovrà trovare convinzione nei propri mezzi ma ha tutte le carte in regola per passare il turno e accedere alle semifinali. È chiaro che bisognerà fare il colpaccio contro i verdeoro o gli States, proprio come dovremo fare a Rio per volare verso le medaglie.

Ci sono già delle indicazioni verso i 12 azzurri che ci rappresenteranno al Maracanazinho: Giulio Sabbi è stato tagliato dunque è chiaro che Ivan Zaytsev sarà pronto per coprire sia il nuovo ruolo di schiacciatore che quello di opposto. Dunque ballottaggio per le ultime due esclusioni con Rossini, Maruotti, Antonov e Cester che si giocano i due posti a disposizione.

Osmany Juantorena non sta benissimo, la sua spalla non è al top e bisognerà centillinarlo in vista dei Giochi. Filippo Lanza è solidissimo e accanto a Zaytsev ha dimostrato di poter giocare bene, tutti serviti dall’estro di Simone Giannelli.

Al centro capitan Birarelli, Buti e Piano si giocano i due posti da titolare. Massimo Colaci è il nostro libero di riferimento. Servirà un gioco attento, preciso ma soprattutto tanta testa e attenzione, cercando di annullare quei blackout quando andiamo sotto nel punteggio o quando stiamo lottando nei rush finali dei vari set. Punteremo sul servizio e sul muro, sperando che la fase offensiva giri al meglio.

 

Lascia un commento

Top