Volley femminile, Olimpiadi Rio 2016 – Italia, le 12 azzurre al Maracanazinho: 4 “opposte”, il ritorno di Lo Bianco, giovani e…

Italia-volley-Grand-Prix.jpg

Marco Bonitta ha fatto le sue scelte per le Olimpiadi 2016. Non ci sono sorprese dell’ultimo minuto tra le 12 ragazze che rappresenteranno l’Italia a Rio.

I colpi di scena, infatti, c’erano stati nelle settimane passate con il rientro a effetto di Leo Lo Bianco, la nostra palleggiatrice di punta chiamata all’ordine dopo una lunga assenza nella Nazionale di volley femminile. L’infortunio di Ilaria Spirito e l’operazione di Alessia Gennari (che purtroppo non è riuscita a recuperare in tempo record dall’operazione) hanno ulteriormente facilitato le scelte del CT Campione del Mondo nel 2002.

 

Per la sua terza spedizione a cinque cerchi (la seconda con l’Italia) il romagnolo ha comunque azzardato, optando per una formazione con due opposti di ruolo (Centoni e Diouf), una giocatrice di posto 4 che durante il Grand Prix e il torneo preolimpico di Tokyo si è spesso cimentata nel ruolo del bomber (Egonu) e un’altra ragazza che ha fatto il percorso contrario (Ortolani ritorna schiacciatrice).

Non si può certamente dire che mancherà la scelta, potremo usufruire di moduli e schemi diversi anche se questo potrebbe mandare in crisi noi stessi oltre che le avversarie.

Manca chiaramente una banda solida in ricezione oltre all’intramontabile capitana Antonella Del Core che, insieme all’altra senatrice Lo Bianco, dovrà trascinare le giovani verso una difficilissima qualificazione ai quarti di finale.

Miriam Sylla è infatti esplosa negli ultimi mesi, ha un grande cuore e carisma da vendere ma la ricezione è un suo problema come lo è per il talentino Egonu. Data in crescita, invece, Ortolani.

 

Diouf si è guadagnata le Olimpiadi dopo l’esclusione dal torneo di Tokyo e, sulla carta, parte titolare al posto di Centoni che ha deluso in azzurro nelle ultime stagioni. Fiocco di Neve sarà in diagonale con l’eterna Leo Lo Bianco, pronta per alzare il livello di gioco delle compagne. Alessia Orro, che ci ha guidato verso la conquista del pass olimpico, sarà verosimilmente in panchina.

Il reparto centrale è quello ormai definito da mesi e mesi: Chirichella, Guiggi e Danesi sono inamovibili, testate durante l’intero percorso di avvicinamento a Rio.

È stato portato un solo libero, come si è soliti fare in una rassegna a cinque cerchi: Monica De Gennaro dovrà fare i miracoli.

 

Lascia un commento

Top