Tuffi grandi altezze, World Series Red Bull: Hunt domina a Sao Miguel e si porta in vetta, bis Iffland

Gary-Hunt-tuffi-grandi-altezze-foto-fb-Dean-Treml-Red-Bull-Cliff-Diving.jpg

Terza tappa stagionale per le World Series del Red Bull Cliff Diving – gli spettacolari tuffi dalle grandi altezze – e secondo successo consecutivo per il campione del mondo Gary Hunt, alla 27esima affermazione della carriera su 53 tappe disputate. L’imbattibile britannico trionfa con 540.40 punti a Sao Miguel, dalle scogliere delle Azzorre (a 1400 chilometri dal Portogallo), e sale al comando della classifica generale con 510 lunghezze. Secondo lo statunitense Andy Jones (469.10), terzo il messicano Jonathan Paredes (464.00) che subisce il sorpasso in vetta. Assente per infortunio l’italiano Alessandro De Rose, quinto nell’esordio in Texas a inizio giugno.

Se tra gli uomini Hunt vanta oltre il 50% di vittorie, impressionante è il 100% dell’australiana Rhiannan Iffland, che grazie a due wild card si è presa entrambe le tappe femminili di questa stagione all’esordio nel circuito Red Bull. Con 251 punti vanno ancora ko la canadese Lysanne Richard (2a, 245.30) e la statunitense Ginger Huber (3a, 241.00). Ancora nulla da fare per la campionessa in carica, l’americana Rachelle Simpson, settima a 196.90. Iffland vola dunque così a 400 punti in classifica: è ovviamente prima a punteggio pieno. Prossimo appuntamento a La Rochelle, Francia, il 23 luglio. In Italia a Polignano a Mare (Bari) il 28 agosto.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Dean Treml/pagina Facebook Red Bull Cliff Diving

Lascia un commento

Top