Tour de France 2016: pagelle dell’undicesima tappa. Premiati il coraggio e la classe di Sagan e Froome

Sagan-Pier-Colombo.jpg

Peter Sagan - Foto: Pier Colombo


E’ il vento ad animare l’undicesima tappa del Tour de France. Le difficili condizioni atmosferiche riescono a fare uscire allo scoperto i due corridori più rappresentativi della Grande Boucle, Peter Sagan e Chris Froome, rispettivamente primo e secondo sul traguardo. Andiamo a rivivere la corsa con le pagelle dei protagonisti.

Peter Sagan, voto 9: uno dei corridori più forti dell’ultimo lustro. Davvero completo. Ieri va in fuga e sfiora il successo, chiudendo per pochissimo al secondo posto, oggi il campione del mondo non ci sta ad aspettare la volata e scatta in pianura nel vento assieme al compagno di squadra Bodnar. Froome lo segue, ma lui ha già in mente l’obiettivo finale: dieci chilometri volati a più di 50 km/h, poi uno sprint davvero facile per lo slovacco che non sbaglia e va a prendersi il secondo successo in questo Tour. La Maglia Verde è già cucita sulle sue spalle.

Chris Froome, voto 8: altra giornata da fenomeno per il corridore britannico del Team Sky. Dopo aver sorpreso tutti in discesa sui Pirenei, oggi riesce a guadagnare addirittura in pianura. Si attacca alla ruota di Sagan e poi dà tantissimi cambi per alimentare la fuga. I secondi conquistati non sono tantissimi, ma domani il Mont Ventoux è ideale per le sue caratteristiche. Ammazzerà la corsa?

Maciej Bodnar, voto 8: che corridore anche il polacco. Un gregario davvero eccezionale. L’azione con Sagan è da ricordare. Una coppia che stacca un intero gruppo lanciato a 50 all’ora. Il capitano addirittura voleva lasciargli la vittoria, lui si accontenta del terzo posto e del successo della Tinkoff.

Geraint Thomas, voto 7,5: fondamentale anche il lavoro del britannico, parallelamente alla coppia Tinkoff ha dato spettacolo anche quella del Team Sky. Se Chris Froome è riuscito a stare alla ruota di Sagan è anche merito suo.

Alexander Kristoff, voto 6: vince la volata del gruppo, dopo un inizio di Tour da dimenticare. Purtroppo oggi è valsa solo per il quarto posto.

Quintana e Movistar, 4: il colombiano perde ancora da Froome e nel finale viene lasciato solo dalla squadra. Il solo Valverde non basta. Un Tour sempre più in salita.

Joaquim Rodriguez, voto 4: giornata da dimenticare per lo scalatore spagnolo della Katusha. Il vento non fa per lui, si stacca e perde 1’09”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Pier Colombo

Lascia un commento

Top