Tour de France 2016: pagelle dell’ottava tappa. Froome fa il fenomeno, Aru si difende bene

Cm7zIYvW8AAkopQ1.jpg

Tappa e maglia. Froome show nell’ottava frazione del Tour de France 2016: il britannico del Team Sky vola in discesa e fa colpo doppio. In gruppo la maggior parte dei big della classifica che si sfideranno sicuramente faccia a faccia domani. Riviviamo la corsa con le pagelle dei protagonisti.

Chris Froome, voto 9: un colpo inaspettato, proprio per questo ancora più bello. Sulle salite si limita a gestire come sempre con il suo Team Sky, ma appena scollinati sul Col du Peyresourde si inventa una magia: discesa fatta a velocità pazzesca, con tantissimi rischi presi in ogni curva, sorprendendo tutti i suoi rivali. I secondi guadagnati non sono molti, ma una vittoria simile, con la conquista del simbolo del primato, aumenta alla grande il morale. Da domani inizierà il vero Tour, ma il vincitore uscente partirà già con un buon vantaggio sia cronometrico che psicologico.

Daniel Martin, voto 8: è piaciuto tantissimo l’irlandese della Etixx Quick Step. Non solo il secondo posto finale, che vale comunque secondi d’abbuono utili per il quarto posto parziale nella generale. In salita attacca, si propone, ed è colui che tiene meglio le ruote di Froome e Quintana. Non sarà uno dei favoriti per il podio finale, ma se correrà sempre così in montagna potrà davvero puntare a togliersi qualche grande soddisfazione.

Joaquim Rodriguez, voto 7,5: anche lui non annunciato alla vigilia, ha disputato una prima settimana davvero eccellente. Lo spagnolo della Katusha partiva per provare a vincere una tappa, ma fino ad ora è lì, a contatto con i migliori, e il terzo posto odierno lo sottolinea. Domani ad Andorra, dove risiede, può davvero puntare alla maglia gialla.

Fabio Aru, voto 6,5: si difende alla grande, nonostante faccia molta fatica sul Col du Peyresourde. Non risponde in prima persona agli attacchi di Froome e Quintana, ma sale, come ci ha abituato, con il suo passo. All’ultimo chilometro prova addirittura a guadagnare qualche second, ma il colombiano della Movistar chiude bene. Comunque prima settimana positiva, da domani dovrà inserire le marce alte per puntare al podio finale.

Nairo Quintana, voto 7: in salita non ha nessun problema. Appare addirittura più fresco di Froome e per poco non lo stacca con una delle sue accelerazioni. Si lascia però colpevolmente sorprendere dall’azione fantastica del britannico appena scollinati sul Col du Peyresourde: non lo segue in discesa ed è costretto a lasciarlo andare, perdendo secondi preziosi. C’è tanto spazio per recuperare.

Alberto Contador, voto 5: conferma uno stato di forma non eccezionale. Soffre tantissimo sul Col du Peyresourde, si stacca e non viene ancora una volta assistito dalla Tinkoff, che lascia Kreuziger nel gruppo dei migliori. Il Pistolero dovrà trovare un modo per svoltare una Grande Boucle per ora da dimenticare.

Thibaut Pinot, voto 4: niente da fare, non è il suo Tour. Prova ad andare in fuga, ma non ha le gambe per guadagnare sul gruppo. Appena ripreso si stacca e dice definitivamente addio alla classifica.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Twitter Team Sky

Lascia un commento

Top