Tour de France 2016: le pagelle della cronometro. Froome imbattibile, Aru in netta crescita

Fabio-Aru-Ciclismo-2-Valerio-Origo.jpg

Cronometro individuale dal formato particolare al Tour de France: 17 chilometri da Sallanches a Megeve, con le montagne protagoniste del percorso. A vincere è stato Chris Froome che ha battuto Tom Dumoulin e un sorprendente Fabio Aru. Andiamo a rivivere la corsa con le pagelle dei protagonisti.

Chris Froome, voto 9: è praticamente imbattibile, quest’anno ancora di più. Non ha punti deboli: la squadra è fenomenale, in salita va più forte di tutti e addirittura la cronometro è l’asso nella manica, dove può guadagnare sulla concorrenza. Oggi parte non al massimo, soffre la prima frazione di gara, dove paga qualche secondo a Dumoulin, ma si riscatta sul finale, quando ingrana la sua marcia migliore e, con la consueta pedalata agilissima va a prendersi il secondo successo di questo Tour. La Maglia Gialla è praticamente in cassaforte.

Tom Dumoulin, voto 8: sfuma per poco (21”) il terzo successo di questo Tour, che sarebbe stato davvero eccezionale. Nelle prove a cronometro si conferma tra i top al mondo, purtroppo il percorso non lo favorisce molto, visti i tanti strappi presenti oggi. Una Grande Boucle eccezionale per il campione olandese contro il tempo, la Giant-Alpecin può davvero esultare. Partirà per Rio con i gradi di favorito per la cronometro olimpica.

Fabio Aru, voto 8: è il trionfatore della Vuelta e non vuole di certo arrendersi a questo Tour, nonostante sia alla sua prima partecipazione. Una cronometro non adattissima alle sue caratteristiche, ma come fatto vedere negli ultimi giorni la gamba c’è e si entra in zona Aru nell’ultima settimana di un grande giro. Terzo posto che, oltre a fargli recuperare una posizione in classifica, gli dà una grandissima iniezione di morale per le prossime tappe: l’attacco al podio è appena partito.

Richie Porte, voto 7,5: dopo Froome, è il più costante verso l’alto di questo Tour. Paga una sfortunatissima foratura nella prima settimana, altrimenti sarebbe già in zona podio. Le prime tre posizioni della classifica generale però sono ancora raggiungibili per l’australiano della BMC: il quarto posto di oggi è la conferma di una condizione che non è mai stata così positiva.

Romain Bardet, voto 7,5: assieme ad Aru, la sorpresa di giornata. Il francese sta andando davvero fortissimo in questo Tour e riesce a stupire anche nella prova contro il tempo. E’ parzialmente quinto nella classifica generale, il podio non è irraggiungibile. Ci sarà sicuramente anche lui nella lotta finale.

Nairo Quintana, voto 5,5: prosegue il momento non al top del colombiano, accreditato alla vigilia con i gradi di secondo favorito alle spalle di Chris Froome. Sembra provarci, ma manca sempre qualcosa. Una condizione precaria. Ci stupirà nelle prossime tappe o dovrà accontentarsi di un posto nella top-10?

Vincenzo Nibali, voto 6,5: lo Squalo dello Stretto sembra iniziare a carburare. Oggi un 15mo posto, a 1’23” da Froome. Sembrerebbe un risultato non di rilievo, se non fosse per l’impegno (di certo non massimo) messo in strada dal vincitore del Giro.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Valerio Origo

Lascia un commento

Top