Tour de France 2016, le pagelle della 21esima tappa: finalmente Greipel

Andrè-Greipel.jpg

Il Tour de France 2016 si è concluso a Parigi, ai piedi dell’Arco di Trionfo sui Campi Elisi, con la tradizionale volata. Vittoria per André Greipel, davanti a Peter Sagan. Le pagelle della passerella finale.

GREIPEL André, voto 9: costruisce la vittoria grazie ad un ottimo lavoro della Lotto-Soudal, sul rettilineo finale è in posizione perfetta e non tradisce. Dalla delusione delle prime tappe al primo successo nell’occasione più importante anche per festeggiare con la maglia di campione nazionale. E con Kittel inesistente, vittoria importante anche in ottica Mondiale.

SAGAN Peter, voto 8: era a ruota di Greipel, ha perso un paio di metri di troppo quando il tedesco ha lanciato lo sprint che gli hanno impedito di completare la rimonta che avrebbe reso leggendario il suo Tour. In fuga ieri, tra i migliori oggi. La maglia verde è più meritata che mai fino all’ultimo traguardo.

KRISTOFF Alexander, voto 5: non riesce neanche a contestare la rimonta di Greipel. Sottotono per tutta la Grande Bloucle, il flop odierno è solo una triste istantanea di 21 giorni opachi. Il 2016 non è neanche paragonabile al 2015, se vuole essere un fattore in ottica iridata deve cambiare marcia.

BOASSON HAGEN Edvald, voto 6,5: non è un velocista puro, il quarto posto in sostituzione a Cavendish come sprinter può soddisfarlo. Certo, non è il suo terreno di caccia ideale.

MATTHEWS Michael, voto 6: poco incisivo, soffre contro i grandi velocisti e il quinto posto è solo sufficiente. Niente di più, però.

KITTEL Marcel, voto 5: valutazione da estendere alla squadra. La Etixx-QuickStep ha privato ad uscire come suo solito negli ultimi 2 chilometri, senza considerare però le curve del circuito di Parigi. Risultato: il treno si perde e il velocista tedesco non riesce a fare la volata.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB André Greipel

Lascia un commento

Top