Tour de France 2016: doppietta Giro-Tour? Anche Nibali deve desistere

Nibali-5-Cometto-Boschetti.jpg

Dopo la vittoria al Giro d’Italia e l’annuncio della partecipazione al Tour de France, i tifosi di Vincenzo Nibali e non solo si sono chiesti a più riprese se fosse realmente possibile quantomeno provare l’accoppiata tra i due grandi giri più ambiti della stagione.

La risposta è arrivata senza mezzi termini già alla quinta tappa: l’azzurro si è staccato dal gruppo dei migliori sulla prima vera salita del Tour de France. Reduce da un mese di stop dalle competizioni, lo Squalo dello Stretto potrebbe aver scelto di non provare a seguire i migliori anche in ottica Olimpica, oppure valutando lo sforzo eccessivo per le sue attuali potenzialità.

Resta, però, l’amaro in bocca per un avventura rimasta solo potenziale nelle dichiarazioni, senza trasformarsi in atto. Alle prime difficoltà Nibali ha dovuto alzare bandiera bianca in maniera ancora più netta rispetto all’Alberto Contador di 12 mesi fa, quantomeno tenace nel resistere in classifica fino a Parigi dopo aver conquistato la maglia rosa in Italia.

Due corse così impegnative e così ravvicinate non consentono di trovare due volte il picco di forma, e nemmeno di prolungarne uno solo con un mese di inattività tra l’una e l’altra. L’ultimo a riuscire nell’impresa fu Marco Pantani e la sensazione, anche per la grande raffinatezza delle preparazioni ai nostri giorni, è che questo primato del Pirata non sarà battuto ancora per un lunghissimo periodo. 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Cometto Boschetti

Lascia un commento

Top