Tennis, Coppa Davis 2016: Italia-Argentina 1-3. Uno stoico Fognini non è sufficiente per evitare la sconfitta

tennis-fabio-fognini-us-open2015-fb-fognini.jpg

Non è bastato uno stoico Fabio Fognini per pareggiare le sorti della sfida tra Italia e Argentina a Pesaro, valevole per i quarti di finale della Coppa Davis 2016. Fognini è stato infatti sconfitto col punteggio di 4-6 5-7 6-3 5-7 in 3 ore e 36 minuti di gioco da Federico Delbonis (n.40 del ranking ATP) al termine di un’autentica battaglia tennistica. Un successo che porta la selezione albiceleste in semifinale dove se la vedrà con la vincente tra Serbia e Gran Bretagna.

PRIMO SET – Inizio piuttosto problematico per Fognini che con 7 errori nei primi due giochi, con break subito nel secondo gioco, si trova a dover inseguire sotto 2-0. La reazione del ligure c’è e grazie anche a colpi di grandissima qualità tiene a zero il suo turno di battuta conquistando il controbreak. Fabio continua a mettere sotto pressione l’avversario mettendo in mostra un tennis vario, con rapidi cambi di ritmo. Un pressing che porta al ribaltamento del punteggio nel quinto game quando è l’italiano a strappare il servizio al rivale volando sul 4-2. Sfortunatamente, il ligure non ha la stessa continuità dimostrata nel match di ieri incappando in troppi gratuiti e rimettendo in partita Delbonis. Sotto 30-40 l’albiceleste riesce a pareggiare lo score sul 4-4. Nel nono game, l’italiano tenta nuovamente l’allungo, recuperando da 15-40 e portando il gioco ai vantaggi. Sfortunatamente i due break point non vengono concretizzati dal nostro portacolori e, come spesso avviene nel tennis, ad un’occasione mancata corrisponde un risultato negativo. L’argentino, infatti, sul 5-4 sfrutta abilmente le tante imprecisioni del sanremese, chiudendo il parziale 6-4 con un grande rovescio.

SECONDO SET – Fognini continua ad essere poco continuo nel proprio gioco anche nella seconda frazione. Diritto e rovescio di altissimo profilo alternati ad errore banali consentono al “regolarista” Delbonis di macinare il proprio tennis conseguendo il break nel quarto game, andando avanti 3-1. Improvvisamente, però, Fabio si riaccende, sciolinando il suo campionario di puro talento ed alla terza palla break capitalizza e controbreaka il rivale. Tuttavia l’azzurro sembra risentire delle fatiche di ieri. Dopo aver mancato una palla break nel nono game, il dodicesimo è quello letale per il nostro n.1 incapace di opporre una valida resistenza al tennis dell’argentino. Delbonis conquista, infatti, il turno in battuta dell’italiano e la frazione 7-5. 17 errori non forzati in uno solo set sono davvero tanti per il nostro rappresentante.

TERZO SET – Con le spalle al muro, Fognini si scuote, elevando il suo livello di gioco e breakando nel game d’apertura l’avversario. Un piglio che, però, non trova un grande seguito per la quasi immediata risposta dell’argentino che, recuperando dal 40-30 sul servizio del ligure, ai vantaggi ricuce il gap. Partita che, però, va avanti a folate ed è Fabio a prendere le redini del parziale, strappando nuovamente la battuta al giocatore albiceleste e gestendo con maggiore sicurezza lo scambio. La spiccata varietà tecnica dell’azzurro fa la differenza trovando a suggello di ciò anche un altro break nel nono game che chiude la pratica sul 6-3.

QUARTO SET – Frazione sul filo dell’equilibrio con entrambi i contendenti a sfidarsi più sui nervi che sulla tecnica. Dopo 6 giochi dominati al servizio arriva il break per Fabio nell’ottavo game con la possibilità per lui di servire per il set (5-3). Chance che però viene vanificata dall’italiano che rimette nuovamente in carreggiata Delbonis, perdendo il proprio turno a zero. Sul 5-4, assistiamo ad un gioco infinito nel quale tra errori e colpi di alta qualità, Fognini ha qualcosa come 4 set point ma per poca lucidità non riesce a capitalizzarli. Ironia della sorte, nel gioco successivo, l’argentino strappa il servizio all’azzurro, chiudendo la contesa 7-5 e qualificando la sua squadra alle semifinali di Coppa Davis.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Fabio Fognini

One thought on “Tennis, Coppa Davis 2016: Italia-Argentina 1-3. Uno stoico Fognini non è sufficiente per evitare la sconfitta”

  1. Luca46 scrive:

    Era così inevitabile far giocare a Fognini 3 incontri in poche ore, con neanche 24 ore di recupero? Non si poteva far giocare il doppio a Seppi? Probabilmente si pensava di vincere il doppio ma è stato perso perché al 5° Fognini non ne aveva più.

Lascia un commento

Top