Tennis, ATP Masters 1000 Toronto: il solito Fognini spreca e perde con Donaldson

tennis-fabio-fognini-fb-fognini.jpg

Un incontro da dimenticare davvero al più presto. Dopo il torneo di Umago vinto sulla terra rossa domenica e un buon esordio ieri, Fabio Fognini esce sconfitto nel secondo turno del Masters 1000 di Toronto, battuto dall’americano Jared Donaldson in 2 ore e 6′ di partita con il risultato di 6-3 3-6 6-3. Andamento davvero altalenante per questo match: il ligure più volte è sembrato essere pronto a salire in cattedra, ma con i consueti cali di concentrazione ha lasciato il successo al giovane avversario, al risultato più importante della carriera.

Primo set da dimenticare per l’azzurro, che era reduce dalla splendida partita giocata ieri con Johnson. Parte forte il tennista ligure, che conquista subito il break sull’1-1, ma quando è il momento di confermarlo arriva uno dei bui mentali e tecnici che hanno caratterizzato la sua carriera. I servizi persi sono addirittura tre, per un primo set fatto di alti (pochi) e bassi che si chiude sul 6-3 per il tennista statunitense.

La svegliata arriva nel secondo set. Calano le percentuali al servizio per Donaldson, sale in cattedra Fognini che non sbaglia praticamente nulla e regala spettacolo con palle corte al millimetro. I primi cinque game volano in poco più di 15′: sono tutti di marca italiana. Sul 5-0 l’ennesimo momento di calo: il giovane americano recupera fino al 5-3, annullando anche tre set point, ma alla fine deve arrendersi e lasciare andare la frazione.

Il terzo set è un apoteosi di emozioni e ribaltamenti di fronte, dovuti soprattutto ad errori più che a grandi giocate dei due tennisti in campo. Fognini, che sembrava lanciato verso il successo dopo il buon secondo set, perde il servizio a zero già nel secondo game. Donaldson continua a martellare con la battuta, nonostante qualche problema fisico che lo ha costretto a chiamare il fisioterapista. Quando sembrava essere tutto finito, con lo statunitense in vantaggio 4-2 e 40-0 con il servizio, si spegne la luce per Donaldson. Otto punti consecutivi per Fognini (due doppi falli per l’americano) che in men che non si dica si porta sul 4-3 40-0, con tre palle per riportare l’incontro in parità. Per non smentire l’andamento del match il ligure si fa controbreakkare in modo clamoroso. Anche l’ultimo game della partita ha una sceneggiatura da thriller: Fognini sale sul 40-15, pronto a strappare il servizio, ma Donaldson questa volta non trema e chiude.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: FB Fognini

Lascia un commento

Top