Softball, Mondiali 2016: a Surrey tutte a caccia di Stati Uniti e Giappone. L’Italia sogna un risultato di prestigio

ItaliaSoftballSurrey2016FIBS.jpg

Surrey, città del Canada occidentale (Columbia Britannica) che conta quasi 400 mila abitanti, è pronta ad ospitare i Mondiali di softball 2016. Poco più di 24 ore infatti ci dividono dal primo lancio. L’Italia, guidata da Marina Centrone, esordirà contro il Perù. Fondamentale il primo match, in quanto le azzurre hanno come obiettivo minimo quello di raggiungere il Championship Round Robin. La nazionale italiana, nona nel ranking mondiale, può sognare grazie ad un team che da qualche anno ha trovato il giusto equilibrio, vincendo i Campionati Europei 2015 grazie ad un gruppo solido e capace di ottenere risultati al di sopra di ogni aspettativa. La crescita di Erika Piancastelli, star del Campionato NCAA, potrebbe rappresentare un ulteriore salto di qualità.

In questo Mondiale sembrano inattaccabili due nazionali: USA e Giappone. Le orientali, vincitrici delle ultime due edizioni della manifestazione iridata, rappresentano il top del softball sotto ogni aspetto. Il movimento nipponico è invidiato anche per il consenso popolare ottenuto sulla scia del baseball. La recente vittoria nelle International Softball Series ha fugato ogni dubbio sulle ragazze giapponesi: hanno ancora fame di successi e lo dimostreranno a Surrey. Gli Stati Uniti proveranno ad opporsi con il loro mix di esperienza ed esuberanza delle giocatrici provenienti dai Campionati Universitari, il meglio dello sport giovanile globale.

Canada, Australia, e Taipei Cinese attendono in seconda fila, pronte ad approfittare di ogni passo falso dei due top team.

Clicca qui per consultare il programma e gli orari italiani della fase a gironi
Clicca qui per consultare il girone dell’Italia
Clicca qui per conoscere le convocate dell’Italia
Clicca qui per scoprire la formula del torneo

Foto: FIBS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

 

Lascia un commento

Top