Scherma, Olimpiadi Rio 2016: tutti i favoriti arma per arma


Arianna Errigo scherma foto facebook augusto bizzi federschermaUno degli sport che monopolizzerà l’attenzione nella prima settimana delle Olimpiadi di Rio 2016 è sicuramente la scherma. L’Italia punta tantissimo su questa disciplina, che come sempre risulterà un vero ago della bilancio per le speranze azzurre nel medagliere finali. La non presenza delle gara a squadre di fioretto femminile e sciabola maschile certamente non aiuta la selezione del Bel Paese, ma sono comunque buone le possibilità per tornare dal Brasile con un bottino di almeno cinque medaglie. Bisogna comunque ricordare che, tranne nel fioretto femminile, c’è una concorrenza incredibile e un lotto di favoriti ampissimo.

Come detto il fioretto femminile sembra essere l’unica arma dove un verdetto sembra già essere scritto. Anche in queste Olimpiadi ci sarà il consueto duello Italia-Russia. Due nazioni che hanno monopolizzato e dominato la scena mondiale negli ultimi anni: Arianna Errigo, Elisa Di Francisca, Inna Deriglazova e Aida Shanaeva. Questo il poker di nome dal quale sicuramente uscirà quello della campionessa olimpica.

La favorita è Arianna Errigo, numero uno del mondo, oro europeo in carica e dominatrice della Coppa del Mondo, a cui manca proprio l’oro ai Giochi Olimpici per completare un palmares già straordinario. Una delle principali rivali la monzese se la trova proprio in casa ed è Elisa Di Francisca, che difende il titolo di quattro anni fa quando riuscì a sconfiggere proprio la connazionale in finale. Non essendo tra le prime quattro teste di serie la jesina rischia di avere un quarto di finale durissimo e se la fortuna non assiste la squadra azzurra anche contro la stessa Errigo.
La coppia russia, però, fa paura e lo ha dimostrato anche ai Mondiali dello scorso anno quando Deriglazova e Shanaeva salirono rispettivamente sul primo e secondo gradino del podio. Numero due e quattro del mondo e tra di loro c’è l’americana Lee Kiefer, possibile outsider che non va assolutamente sottovalutata, come anche la francese Ysaora Thibus, vincitrice in stagione di una prova di Coppa del Mondo.

Se l’Europa fa un po’ da padrona tra le donne, discorso diverso per gli uomini dove americani ed asiatici sono i grandi favoriti. Alexander Massialas, Gerek Meinhardt e Race Imboden sono il terzetto a stelle e strisce che fa ben sperare gli USA, ma dall’Asia arriva la pronta risposta del Campione del Mondo in carica, il giapponese Yuki Ota e del numero tre del ranking, il cinese Jianfei Ma.

Dal Vecchio Continente, però, non restano a guardare con Italia, Francia, Russia e Gran Bretagna pronte a schierare i loro assi. Da Andrea Cassarà a James Andrew Davis, da Richard Kruse a Timor Safin, da Jeremy Cadot a Artur Akhmatkhuzin. Tanti nomi ai quali vanno aggiunti quello di Peter Joppich e magari della sorpresa egiziana Alaaeldin Abouelkassem.

Grande incertezza anche nella gara a squadre dove l’Italia difende l’oro di quattro anni fa e resta tra le favorite, insieme a Gran Bretagna, Stati Uniti, Cina e Francia

Foto di Augusto Bizzi/Federscherma

CLICCA PAGINA 2 PER LE PROVE DI SPADA

Lascia un commento

Top