Roma 2024, Virginia Raggi: “Non voglio indebitare la città per i prossimi 50 anni”

Virginia-Raggi-libera.jpg

Il nuovo sindaco di Roma, Virginia Raggi persevera nel proprio no alla candidatura di Roma 2024 nonostante l’invitodel Presidente del Coni Giovanni Malagò, nella giornata di ieri, ad andare a Rio de Janeiro e rendersi conto della capitale importanza delle Olimpiadi. “Nessuno vuole portare Roma a livelli non competitivi con le altre città europee, ci mancherebbe altro – precisa la Raggi – In un momento nel quale, però, abbiamo un debito di 13 miliardi di euro solo sulla gestione straordinaria, credo che chiedere ai cittadini di indebitarsi per almeno altri 20, 30, 40 anni non sia etico, non sia giusto”.

Poi ai microfoni di Radio Vaticana il primo cittadino ha sottolineato quale siano le priorità della sua amministrazione, come già ribadito nel corso della campagna elettorale: “I romani fino ad oggi non mi hanno mai parlato di Olimpiadi. Se i romani mi dovessero chiedere un referendum lo valuteremo, ovviamente però esponendo tutti i pro e i contro i costi e ricordano che proprio l’anno scorso nel 2015 noi abbiamo finito di pagare la rata annuale da 92 milioni di euro dei Mondiali di Italia ’90. Fatevi i conti e capite quanto questi eventi pesano sulle spalle dei cittadini. Questo è fondamentale. Appaiono dunque sempre più distanti i Giochi a 5 cerchi nella Capitale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: fonte libera Virginia Raggi

Lascia un commento

Top