Pentathlon, Europei Senior 2016: bronzo De Luca e oro a squadre Italia! Il ceco Kuf primo nell’individuale

Riccardo-De-Luca-Libera.jpg

Si sono conclusi oggi a Sofia, Bulgaria, i Campionati Europei Senior 2016 di pentathlon moderno, ultimo appuntamento internazionale prima dei Giochi di Rio. Finale maschile: tra i 36 pentatleti in gara, anche i tre azzurri Riccardo De Luca, Pier Paolo Petroni e Fabio Poddighe, che hanno affrontato le prove di nuoto, bonus round di scherma, equitazione e combined.

Ieri, nel ranking round di scherma, il migliore dei nostri è stato Poddighe (9° posto con 214 punti), Petroni al 13° posto con 208 punti, De Luca 26° con 196 punti. La prima prova in pedana ha visto la vittoria dell’ucraino Kirpulyanskyy con 256 punti, al secondo posto si è piazzato il ceco Kuf con 238 punti, al terzo l’ucraino più quotato, Tymoshchenko, e l’ungherese Tibolya con 232 punti.

Bene, oggi, il cielo sopra Sofia s’è tinto d’azzurro! Riccardo De Luca è stato capace di vincere la medaglia di bronzo, confermando il piazzamento dello scorso anno a Bath (terza medaglia continentale individuale in carriera, incluso l’oro del 2012), mentre la squadra italiana composta dallo stesso De Luca, da Pier Paolo Petroni e da Fabio Poddighe ha addirittura conquistato nettamente l’oro a squadre, il primo della storia azzurra agli Europei. Italia prima con 4282 punti, argento Francia con 4194 punti, bronzo Germania con 4019 punti.

Il bronzo di De Luca ha il sapore dell’impresa, considerando che dopo l’equitazione era 26° in classifica, ciò vuol dire che nel combined ha superato la bellezza di 23 concorrenti: pazzesco! Il carabiniere romano ha vinto il bronzo con 1437 punti, Poddighe ha chiuso al 5° posto con 1427 punti, Petroni 9° con 1418 punti. Il titolo continentale è andato al ceco Jan Kuf con 1451 punti, l’argento all’ungherese Robert Kasza con 1450 punti.

La gara odierna. Dopo la prova di nuoto, Poddighe (2:02.49 – 333 punti) è risalito al 4° posto con 547 punti, Petroni (2:08.54 – 315 punti) è scende al 19° con 523 punti, De Luca (2:12.03 – 304 punti) è scivolato al 31° posto con 500 punti. Il bonus round di scherma ha visto il solo Poddighe conquistare un punto, ma al contempo cedere la quarta posizione all’ungherese Kasza, mentre dopo l’equitazione Poddighe (293 punti) è 7° con 841 punti, Petroni (286) è risalito al 17° posto con 809 punti; De Luca (293) è risalito al 26° posto con 793 punti. Nel combined conclusivo, Poddighe ha chiuso in 11:54.80 (586 punti), Petroni in 11:31.05 (609), De Luca lo ha “semplicemente” dominato: 10:56:92 (644 punti)! Finendo in 11:40.35, il ceco Jan Kuf ha preceduto l’ungherese Kasza di un solo secondo sul traguardo, garantendosi un meritato oro.

Prestazioni, quelle degli azzurri, che costituiscono una fresca iniezione di fiducia per tutti, ad un mese circa dalla trasferta olimpica di Rio de Janeiro dove, ricordiamolo ancora una volta, il concorso individuale maschile vedrà ai nastri di partenza Riccardo De Luca e Pier Paolo Petroni. Ci sarà da divertirsi…

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Lascia un commento

Top