Pallanuoto, Giulia Gorlero in ESCLUSIVA: “Siamo un bel gruppo, che può fare bene. Sono tre anni che lavoriamo insieme…”

Giulia-Gorlero-FB-credit-Daniela-Bolla.jpg

ESCLUSIVA OA SPORT – Il Setterosa di coach Conti, reduce dall’impegnativo quadrangolare di Budapest, sta ultimando il suo breve riposo, prima del nuovo ritiro collegiale di Roma; il 2 agosto è prevista, infine, la partenza per Rio de Janeiro. In Brasile, capitan Di Mario e compagne ci andranno per conquistare qualcosa di importante, non lo ha mai nascosto nessuno, e una buona parte dei destini rosazzurri in vasca passerà dalle mani di Giulia Gorlero, portierona della nostra Nazionale (ormai “titolare consolidata”, alla sua seconda partecipazione olimpica), prontissima a difendere nel migliore dei modi la porta italiana. E contribuire al raggiungimento di…sentiamo cosa ci ha detto la simpatica venticinquenne imperiese!

Siete tornate da Budapest con quali convinzioni e/o dubbi? Ricordiamo a tutti i lettori che in Ungheria avete affrontato le padrone di casa magiare, la Spagna e l’Australia.

“Sicuramente con la convinzione che il livello di tutte le squadre è molto omogeneo. Logicamente, in queste tre partite ci siamo resi conto (squadra e staff tecnico, ndr) dove bisognerà andare a lavorare ancora di più, in quest’ultimo periodo prima di Rio”.

Dacci un breve giudizio “tecnico” su queste tre nazionali, non dimenticando che le australiane saranno nostre avversarie in Brasile…  

“Sono tutte squadre di alto livello. L’Ungheria è una squadra a mio parere con ottimi fondamentali al tiro, buone giocatrici dal perimetro. L’Australia può contare su atlete molto prestanti fisicamente, mentre la Spagna è una squadra ben organizzata, con tante giovani pronte a far bene e mettersi in mostra”.

Venerdì sono state diramate le convocazioni ufficiali per Rio (clicca qui per approfondire). Parlaci un po’ di questo gruppo coeso in vasca e straordinariamente affiatato fuori.

“Siamo un bel gruppo, che può fare bene: sono tre anni che lavoriamo insieme… In acqua ci divertiamo e anche fuori troviamo il modo di trascorrere del tempo condiviso. Abbiamo da poco concluso un ritiro a Siracusa dove siamo state tutte insieme in una stessa casa; devo dire che è stata una bellissima esperienza, perché abbiamo condiviso più cose, abbiamo trascorso molto tempo negli spazi comuni e, di conseguenza, il gruppo si è rafforzato ancora di più!”.

L’ultima domanda è d’obbligo. Nell’intimità dello spogliatoio, di quale “obiettivo olimpico” si parla…?

“La volontà è quella di vincerle queste Olimpiadi…”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: archivio privato Giulia Gorlero (credit: Daniela Bolla)

Lascia un commento

Top