Pallanuoto femminile, Olimpiadi Rio 2016: le favorite per le medaglie

Schermata-2016-01-10-alle-18.16.45-e1452446369118.png

Otto squadre e almeno sei formazioni che hanno fondate speranze di medaglia: il torneo di pallanuoto femminile alle Olimpiadi di Rio 2016 si annuncia più caldo che mai. Proviamo a delineare le favorite per la conquista delle medaglie individuando tre squadre che potrebbero avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza diretta.

Tutti i favori del pronostico per la conquista dell’oro sono sulle spalle degli Stati Uniti, campioni del mondo in carica. Dal 2000 in poi non hanno mai mancato il podio alle Olimpiadi e per completezza e solidità delle giocatrici non sembrano avere rivali per il titolo. Dal 2003 in poi hanno vinto 4 ori e un argento a livello mondiale, fallendo l’obiettivo del podio solo nel 2011 (6^ posto) e nel 2013 (5^ posto). Gli Usa sono inseriti nel girone B con Spagna, Cina e Ungheria.

Dal continente americano all’Oceania, l’Australia ha tutte le carte in regola per provare a confermare le medaglie, in entrambi i casi di bronzo, conquistate a Pechino e a Londra. Negli ultimi campionati del mondo le australiane si sono dovute arrendere all’Italia nella finale per il bronzo, accontentandosi della medaglia di legno: in ogni caso, negli ultimi anni hanno sempre dimostrato una buonissima continuità in termini di risultati, dote fondamentale per avanzare in un torneo come questo. A conferma di queste qualità, l’Australia non esce dalle migliori tre della World League dal 2007 anche se non ha mai vinto la competizione. Nel gruppo A dovranno affrontare Italia, Russia e Brasile.

Vincendo il Campionato Europeo di gennaio l’Ungheria si è assicurata il biglietto per Rio 2016 con grande anticipo: questo ha dato tempo alle magiare di preparare l’appuntamento con grande attenzione, senza la distrazione e la necessità di qualificarsi per i Giochi. Tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 questa squadra sembra aver innalzato il proprio livello dopo il nono posto degli scorsi Mondiali, chiusi solamente al nono posto. Sulla carta può provare a spezzare il tabù dopo due legni consecutivi nelle ultime due edizioni delle Olimpiadi.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto By Flying Cloud (Flickr) [CC BY 2.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top