Olimpiadi Rio 2016, Ciclismo su pista: i favoriti gara per gara. Viviani si gioca l’omnium con Gaviria

viviani.jpg

Sempre più vicine le Olimpiadi di Rio 2016. Andiamo a vedere gara per gara tutti i favoriti per quanto riguarda il ciclismo su pista.

Uomini

Inseguimento a squadre

Probabile addirittura un podio tutto di lingua inglese. La Gran Bretagna è ultrafavorita con il solito, fenomenale, Bradley Wiggins a guidare il quartetto. L’oro però non è scritto: l’Australia ha sovvertito il pronostico proprio negli ultimi Mondiali in terra britannica andando a battere i padroni di casa. Per il bronzo c’è la Nuova Zelanda che dovrà stare però attenta alla Danimarca.

Velocità a squadre

Disciplina che si decide sul filo dei millesimi. Al momento la Nuova Zelanda sembra favoritissima per l’oro, visto che pare avere a disposizione qualche decimo di vantaggio sulle avversarie. Alle spalle dei campioni iridati si giocheranno il podio Olanda, Germania e Francia.

Keirin

La Germania è la grande favorita per questa disciplina. Il campione del mondo in carica è Joachim Eilers. Pronostici però spesso sovvertiti nel keirin: potrebbero esserci sorprese. Il neozelandese Eddie Dawkins punta ad una medaglia, così come il sorprendente malese Azizulhasni Awang.

Velocità

Un nome su tutti: Jason Kenny. Vice campione olimpico a Pechino, campione olimpico in carica con il trionfo casalingo a Londra, confermato anche al Mondiale di quest’anno proprio nella capitale britannica. Sembra un oro già scritto. Per il podio ci saranno l’australiano Matthew Glaetzer, il russo Denis Dmitriev e l’esperto polacco Damian Zieliński.

Omnium

La disciplina che tanto interessa all’Italia. C’è il nostro pezzo forte: Elia Viviani. Il velocista azzurro si è allenato tantissimo in vista di questo che è l’obiettivo del quadriennio. Si giocherà la medaglia d’oro con il colombiano Fernando Gaviria, campione del mondo in carica. Da seguire anche le prestazioni di Mark Cavendish, vincitore di quattro tappe al Tour.

Donne

Inseguimento a squadre

Anche qui la lingua inglese a farla da padrone. Stati Uniti contro Gran Bretagna sembra essere la sfida per l’oro. Da seguire gli inserimenti di Australia e Nuova Zelanda, oltre che del Canada vice campione del mondo. Presente anche l’Italia con il quartetto che proverà a conquistare una difficilissima top-5.

Velocità a squadre

Cresciuta tantissimo la Cina in questa specialità al femminile, potrebbe addirittura sorprendere per la vittoria. Da seguire il caso Russia: senza squalifica cicliste dell’Est Europa possono giocarsi il titolo. Da medaglia anche Germania e Australia.

Keirin

Campionessa del mondo in carica, Kristina Vogel, proverà a fare doppietta con l’oro a Cinque Cerchi. A lottare con la forte teutonica saranno l’australiana Anna Meares, la britannica Becky James e la cinese Guo Shuang.

Velocità

Come detto, la Cina nello sprint è diventata una delle nazionali di riferimento. Gong Jinjie e Zhong Tianshi a giocarsi una possibile finale tutta asiatica. Anche qui possibile l’inserimento della teutonica Kristina Vogel e dell’australiana Anna Meares.

Omnium

Laura Trott va a caccia del bis dopo l’oro di Londra 2012. A contendere la medaglia più pregiata alla britannica saranno la francese Laurie Berthon, la statunitense Sarah Hammer (argento proprio quattro anni fa nella capitale del Regno Unito) e l’olandese Kirsten Wild.

Foto: Twitter Elia Viviani

Lascia un commento

Top