Nuoto, Rio 2016: Park Tae-Hwan sarà ai Giochi Olimpici. Il Cas annulla la sua “seconda squalifica”

Park-Tae-Hwan-nuoto-wikipedia.jpg

Una vera e propria “bomba” dalla Court of Arbitration for Sport di Losanna: Park Tae-Hwan potrà prenderà parte ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Il campione olimpico dei 400 stile libero di Pechino 2008 era stato, infatti, squalificato due anni per assunzione di testosterone ed aveva terminato quest’anno di scontare la propria “pena”. Tuttavia, secondo il regolamento del Korean Olympic Committee Park non avrebbe potuto prendere parte ai Giochi ritenendo che tutti gli atleti “dopati” sarebbero stati esclusi dalla squadra coreana per altri 3 anni. Dopo che il Tribunale di Seoul aveva ritenuto questa “seconda squalifica” ingiusta, è stato il Cas ad esprimere un giudizio favorevole all’atleta. La motivazione della sentenza afferma che: un atleta non può essere punito due volte per la stessa violazione. Si aprono dunque le porte ad un altro nuotatore di grande livello che, nonostante tutto, quest’anno è stato autore di un 3’44″26 (sesto tempo dell’anno) alle spalle del nostro Gabriele Detti. Un avversario, dunque, in più per l’azzurro e per tutti quelli che, nelle otto vasche, ambiranno alle medaglie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: wikipedia

Lascia un commento

Top