Nuoto, Rio 2016: Paltrinieri e Detti primo e terzo crono dell’anno nei 1500 sl. Si può sognare la doppietta olimpica?

Gabriele-Detti-Gregorio-Paltrinieri-nuoto-foto-fin-deepbluemedia.jpg

Ad un mese dall’inizio dei Giochi Olimpici di Rio 2016 siamo tutti in trepidante attesa di quello che accadrà nell’Acquatics Stadium per le gare di nuoto. Tante sfide stellari pronte ad animare la competizione a 5 cerchi il cui solo pensiero elettrizza gli appassionati. Show che avrà per protagonisti anche un po’ d’Italia con Federica Pellegrini ed i suoi 200 metri e soprattutto i “gemelli diversi” Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti, rappresentanti di spicco del mezzofondo in piscina.

Focalizzando l’attenzione proprio su di loro, i due allievi di Stefano Morini arrivano all’appuntamento olimpico col primo e terzo crono del 2016 nella distanza più lunga del nuoto indoor vale a dire i 1500 stile libero. Una gara di resistenza e gestione, dove mente e corpo si fondono per massimizzare la prestazione. Macinando decine e decine di chilometri al giorno i due amici/rivali si stanno preparando per l’evento clou del quadriennio, presentandosi ai nastri di partenza di Rio nella top 3 mondiale.

Immagine

Ci chiediamo: è possibile la doppietta in Brasile? Difficile rispondere a questa domanda per le tante variabili in gioco. Ragionando, però, per ipotesi il target appare complicato ma non impossibile. Paltrinieri, campione d’Europa e del mondo in carica nonché primatista mondiale nei 1500 stile libero in vasca corta, arriva a questi giochi coi favori del pronostico e neanche l’ombra di Sun Yang sembra oscurarlo più di tanto. Il 14’34″04 della rassegna continentale di Londra (nuovo record europeo) è una iniezione di fiducia importantissima per Greg, sempre più consapevole delle sue qualità.

Per quanto concerne Detti, il toscano è, senza ombra di dubbio, l’atleta azzurro che più di ogni altro si è migliorato nell’ultimo anno. Spaventosi i riscontri in tutte le distanze che lo hanno visto impegnato in questo 2016:

SUCCESSIONE DEI TEMPI NELL’ULTIMO QUADRIENNIO: 

400 st.libero 800 st.libero 1500 st.libero
2012-2013 3:48.51 7:48.43 14:58.78
2013-2014 3:48.02 7:42.74 pers 14:52.53
2014-2015 3:47.05 7:51.82 14:53.93
2015-2016 3:43.97 pers 7:43.06   14.46.48 pers 

Un salto di qualità notevole che parla chiaro sulle mire di Gabriele: Vado a Rio per giocarmela, divertirmi e farvi divertire. I rivali saranno tanti e qualificati ma io voglio essere lì pronto a mettere in acqua le mie qualità“. Queste le dichiarazioni di Detti dopo lo splendido 3’44″21 nuotato al Trofeo Settecolli 2016 a soli 25 centesimi dal suo personale (3’43″97 e quinto tempo dell’anno) ed in condizioni tutt’altro che ideali. Un atleta completo, capace di spaziare dalle 4 alle 30 vasche con grande facilità, esprimendosi sempre su standard alti. Ora gli avversari per la gara a 5 cerchi sono tanti: Sun Yang, Conor Jaeger e Mack Horton, forti anch’essi sia nei 400 che nei 1500 metri.

Una sfida complicata quella che attende il magico duo azzurro che però, con la solita spensieratezza e voglia di nuotare, affronterà le difficoltà consci dei propri pregi e difetti. sfoderando l’immenso talento e sognando di ripercorrere le orme di Domenico Fioravanti e Davide Rummolo a Sydney 2000.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Foto: Deepbluemedia

Lascia un commento

Top