Nuoto, Olimpiadi Rio 2016 – La lettera di Morozov: “Io sempre pulito, devo andare ai Giochi”

Vladimir-Morozov-nuoto-foto-pagina-fb-ufficiale-morozov.jpg

Niente Olimpiadi di Rio 2016 per Vladimir Morozov, velocista russo da finale sia nei 50 che nei 100 sl e, soprattutto, pedina fondamentale della staffetta 4×100 sl argento ai Mondiali di Kazan 2015 e bronzo ai Giochi di Londra 2012. Ieri infatti l’atleta che si allena in California è stato escluso dalla Fina poiché il suo nome compare nel rapporto Wada firmato da McClaren sulle positività coperte dallo stato russo.

Eppure Morozov non ci sta e su Facebook ha pubblicato questa lettera inviata a Julio Maglione, presidente della Fina:

La traduzione dal blog Questione di stile de La Gazzetta dello Sport:

Caro presidente, recentemente ho scoperto che a causa di una decisione Fina non potrò partecipare ai Giochi di Rio. E’ stata una grande sorpresa per me. Io sono sempre stato un atleta pulito: negli ultimi 6 anni sono stato testato a casa e in piscina almeno una volta al mese e a volte a giorni alterni. Sono stati controllato da Fina, Wada, Rusada, Usada, Ukas, in gara e a sorpresa.In questi controlli non sono mai stato trovato positivo nè ho mai saltato un contro. Io sono un atleta pulito e vorrei che il mio nome rimanesse pulito, come dimostrano i fatti. Sono sicuro che in un sistema giudiziario corretto, ho diritto di partecipare ai Giochi. Io rispetto profondamente i valori olimpici e spero nella giustizia e nella verità per poter gareggiare a Rio”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Morozov

Lascia un commento

Top