Nuoto di fondo, Europei 2016: Grimaldi imbattibile nella 25 km! Un oro per il riscatto

Martina-Grimaldi-nuoto-di-fondo-foto-fin-dpm.jpg

E’ impressionante il palmarès di Martina Grimaldi, unica medaglia italiana acquatica italiana a Londra 2012 seppur nella 10 chilometri di nuoto di fondo. E’ una carriera divisa in due parti, neanche a farlo apposta, quella dell’emiliana: prima i trionfi nella specialità olimpica (bronzo ai Mondiali di Roma 2009, oro in Canada nel 2010 e argento a Shanghai nel 2011 con due sigilli europei nel 2011 e nel 2012) e adesso il passaggio alla 25 chilometri, dominata a Barcellona 2013 per l’iride e a Berlino 2014 e Hoorn 2016 – notizie fresca fresca – per il bis continentale che sa anche di definitivo riscatto.

Perché più che in due parti, forse, la storia della bolognese classe 1988 va separata in tre, con l’ultima iniziata nel 2015 con la mancata qualificazione a Rio 2016 in seguito a numerosi problemi. Martina Grimaldi ha lasciato lo storico allenatore Fabio Cuzzani per abbracciare il progetto tecnico di Emanuele Sacchi, mentore di molti altri fondisti vincenti, ed ecco che è di nuovo subito vittoria nella maratona in acque olandesi che chiude un Europeo da sette medaglie di cui tre d’oro per l’Italia del ct Massimo Giuliani.

E’ di 5h26’47”8 il tempo impiegato dall’azzurra per coprire tutti i giri del percorso: battuta per due secondi la russa Olga Kozydub che beffa allo sprint la francese Caroline Jouisse. Arianna Bridi, già bronzo nella 10 chilometri, è quarta a 9” dal Grimaldi e 7” dal podio, settima Barbara Pozzobon (+3’36”).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top