Lotta libera, Olimpiadi Rio 2016: Frank Chamizo ed i suoi avversari nella categoria 65 kg

Lotta-Frank-Chamizo-Togrul-Asgarov-Fijlkam.jpg

Gli italiani attendono con insolito interesse le competizioni di lotta ai prossimi Giochi Olimpici di Rio 2016, e questo soprattutto grazie alla presenza di Frank Chamizo, campione mondiale ed europeo in carica della categoria 65 kg della lotta libera. L’italo-cubano, infatti, può essere considerato come uno dei pochi azzurri che arriverà in Brasile con lo status di grande favorito della propria gara, e rappresenta dunque una grande chance di medaglia – magari d’oro – per l’Italia.

L’italo-cubano, già bronzo mondiale nel 2010 con i colori del suo Paese natale, è letteralmente esploso nel 2015, ottenendo l’argento ai Giochi Europei di Baku e soprattutto il titolo mondiale a Las Vegas. Quest’anno ha confermato il suo dominio nella categoria con la vittoria nella rassegna continentale di Riga, arrivando alla vigilia dell’appuntamento a cinque cerchi come numero uno del ranking mondiale. Tuttavia, il ventiquattrenne dovrà fare i conti con diversi avversari agguerritissimi.

Il ventisettenne uzbeko Ikhtiyor Navruzov ha combattuto contro Chamizo nell’ultima finale iridata, fatto che fa di lui un chiaro pretendente al podio, ma i pericoli maggiori potrebbero arrivare dal russo Soslan Ramonov. Il venticinquenne osseto, infatti, vinse il titolo mondiale nel 2014, ma soprattutto è stato l’ultimo avversario a sconfiggere l’azzurro, in occasione della finale del torneo internazionale “Alexander Medved” di Minsk, in Bielorussia, seppure la dinamica dell’incontro sia stata contestata in modo deciso dalla squadra italiana.

Per quanto riguarda i grandi tornei, invece, l’ultima sconfitta di Chamizo risale ai già citati Giochi Europei di Baku 2015, quando a superarlo fu il padrone di casa Toghrul Asgarov. L’azero, classe 1992 come l’azzurro, conosce già la gioia del titolo olimpico, visto che a Londra 2012 trionfò nella categoria 60 kg e, dopo un periodo di adattamento, è diventato competitivo anche tra i 65 kg. Da tenere d’occhio anche l’iraniano Ahmad Mohammadi, medagliato nelle ultime due edizioni mondiali, ed il mongolo Ganzorigiin Mandakhnaran, che fu bronzo iridato nel 2013 e nel 2014.

Tra le possibili sorprese, citiamo l’indiano Yogeshwar Dutt, bronzo a Londra 2012 tra i 60 kg ma mai sul podio nella categoria superiore, ma anche il polacco Magomedmurad Gadzhiev, che invece ha fatto il percorso inverso dopo la vittoria europea tra i 70 kg. Infine, attenzione al ritorno a grandi livelli dell’armeno David Safaryan, che nel 2013 centrò l’accoppiata Europei-Mondiali, ed al veterano Adam Batirov, trentunenne russo che è passato a rappresentare il Bahrein.

QUALIFICATI CATEGORIA 65 KG LIBERA
(I posti non sono nominali, ma soggetti alle scelte delle federazioni nazionali)
 Frank Chamizo (ITA)
 Ikhtiyor Navruzov (UZB)
 Soslan Ramonov (RUS)
 Ahmad Mohammadi (IRI)
 Ganzorigiin Mandakhnaran (MGL)
 Toghrul Asgarov (AZE)
 Alejandro Valdés (CUB)
 Franklin Gómez (PUR)
 Yogeshwar Dutt (IND)
 Yeerlanbieke Katai (CHN)
 Amas Daniel (NGR)
 Sahit Prizreni (AUS)
 Magomedmurad Gadzhiev (POL)
 Andriy Kvyatkovskyi (UKR)
 Adam Batirov (BRN)
 Zurabi Iakobishvili (GEO)
 Yakup Gör (TUR)
 Borislav Novachkov (BUL)
 Haislan Garcia (CAN)
 David Safaryan (ARM)
 Frank Molinaro (USA)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Fijlkam

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top