Judo, Grand Prix Ulaanbaatar 2016: la vittoria Idalys Ortiz nobilita il torneo mongolo

Judo-Idalys-Ortiz-IJF.jpg

Si è concluso quest’oggi il Grand Prix di Ulaanbaatar 2016, tappa mongola del circuito mondiale di judo, che vede la partecipazione di numerosi atleti di casa e di diversi judoka provenienti da altri Paesi. In questa seconda giornata di combattimenti sono saliti sul tatami gli atleti delle cinque categorie di peso più elevate: 78 kg e +78 kg per le donne, 90 kg, 100 kg e +100 kg per gli uomini. Ricordiamo che al torneo non sono iscritti italiani.

78 KG DONNE

Dopo due titoli continentali e due vittorie nei Grand Prix, la ventinovenne Lkhamdegd Purevjargal ha finalmente ottenuto la medaglia d’oro nel torneo di casa, dove lo scorso anno chiuse ai piedi del podio. La mongola ha travolto con un waza-ari ed un ippon la croata Brigita Matić, mentre la sua connazionale Uuganjargal Munkh-Erdene ha conquistato la medaglia di bronzo al pari della sudcoreana Park Yu-Jin.

-78 kg
1. PUREVJARGAL, Lkhamdegd (MGL)
2. MATIC, Brigita (CRO)
3. MUNKH-ERDENE, Uuganjargal (MGL)
3. PARK, Yujin (KOR)
5. BATBILEGT, Myagmartsend (MGL)
5. GANBOLD, Sarangoo (MGL)

+78 KG DONNE

Campionessa olimpica in carica, la cubana Idalys Ortiz ha affrontato il viaggio per la Mongolia per conquistare il suo primo titolo ad Ulaanbaatar: obiettivo centrato, visto che la ventiseienne ha vinto tutti i tre incontri disputati per ippon, compresa la finale contro la padrona di casa Javzmaa Odkhuu. Un’altra padrona di casa, Munkhtuya Battulga, si è classificata terza insieme alla giapponese Suzuka Ichihashi.

+78 kg
1. ORTIZ, Idalys (CUB)
2. ODKHUU, Javzmaa (MGL)
3. BATTULGA, Munkhtuya (MGL)
3. ICHIHASHI, Suzuka (JPN)
5. LI, Nan (CHN)
5. SHEREMETOVA, Ekaterina (RUS)
7. ERDENEBILEG, Gandiimaa (MGL)
7. GARMAA, Gantogos (MGL)

90 KG UOMINI

Come nella passata edizione, il ventitreenne Otgonbaatar Lkhagvasuren ha conquistato la medaglia d’oro della categoria 90 kg. Il medagliato di bronzo dei Campionati Asiatici e trionfatore dell’ultimo Grand Slam di Abu Dhabi ha vinto in finale contro il connazionale Altanbagana Gantulga, mettendo a segno uno yuko. Sul terzo gradino del podio sono saliti l’azero Firudin Dadashov ed il cinese Erihemubatu.

-90 kg
1. LKHAGVASUREN, Otgonbaatar (MGL)
2. GANTULGA, Altanbagana (MGL)
3. DADASHOV, Firudin (AZE)
3. ERIHEMUBATU, (CHN)
5. BU, Rigede (CHN)
5. ODKHUU, Tsetsentsengel (MGL)
7. IVANOV, Evgenii (RUS)

100 KG UOMINI

La rinuncia all’ultimo momento da parte del cubano José Armenteros, accreditato della prima testa di serie, ha lasciato il via libera al giovane azero Zelym Kotsoiev, diciassette anni. Vincitore di due titoli europei tra i cadetti, nonché vicecampione mondiale della categoria, il judoka caucasico ha battuto per waza-ari il padrone di casa Ishdorj Dashdulam. Mongolia anche sul terzo gradino del podio, con Ambaselmaa Bayarsaikhan e Tuvshinjargal Gan.

-100 kg
1. KOTSOIEV, Zelym (AZE)
2. DASHDULAM, Ishdorj (MGL)
3. BAYARSAIKHAN, Ambaselmaa (MGL)
3. GAN, Tuvshinjargal (MGL)
5. NA, Risu (CHN)
5. TE, Rigule (CHN)
7. ODBAATAR, Khangal (MGL)

+100 KG UOMINI

L’ultima categoria in gara quest’oggi ha visto un dominio dei padroni di casa mongoli: Temuulen Battulga, ventisei anni, ha vinto il suo secondo Grand Prix in carriera sconfiggendo per ippon Duurenbayar Ulziibayar, mentre Sugarjargal Boldpurev ha conquistato l’unico bronzo in palio.

+100 kg
1. BATTULGA, Temuulen (MGL)
2. ULZIIBAYAR, Duurenbayar (MGL)
3. BOLDPUREV, Sugarjargal (MGL)
4. ERDENEBILEG, Amartuvshin (MGL)

MEDAGLIERE

Nazione 1. posto 2. posto 3. posto 5. posto 7. posto
1. Mongolia (MGL) 9 10 10 12 7
2. Giappone (JPN) 2 1 4 0 0
3. Azerbaijan (AZE) 1 0 3 3 1
4. Russia (RUS) 1 0 0 3 6
5. Cuba (CUB) 1 0 0 0 0
6. Croazia (CRO) 0 1 2 0 0
7. Kazakhstan (KAZ) 0 1 1 0 2
8. Rep. Ceca (CZE) 0 1 0 0 0
9. Corea del Sud (KOR) 0 0 4 2 0
10. Slovenia (SLO) 0 0 2 1 0
11. Cina (CHN) 0 0 1 6 4

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top