Hockey pista, Europei 2016: Italia, contro il Portogallo il sogno di uno storico bis consecutivo

Italia_hockey-pista_Cattini-2_Cerh.jpg

Il teatro del contendere sarà la pista di Oliveira de Azemeis: la posta in palio sarà il titolo continentale della 52esima edizione degli Europei di hockey su pista.

Da una parte i padroni di casa, superfavoriti anche alla vigilia della kermesse, del Portogallo; dall’altra la squadra che con talento, dedizione e spirito di gruppo ha saputo ergersi sino alla finale. L’Italia di Massimo Mariotti.

In uno scontro che si preannuncia a dir poco rovente i lusitani spinti dal tifo locale cercheranno di tornare sul trono d’Europa dopo diciotto anni, mentre gli azzurri potrebbero addirittura centrare una storica doppietta consecutiva dando un clamoroso seguito all’impresa di Alcobendas 2014.

Proprio dalla Spagna parte la chiave di volta per pensare positivo. Due anni fa infatti il Portogallo lo battemmo 3-2, dandoci la spinta verso l’oro continentale in quella terra dei maestri del gioco che ieri abbiamo superato per 1-0 sciorinando il meglio del nostro gioco fatto di brillanti ripartenze, un’attenta fase difensiva e di tanta voglia di saper soffrire.

Certo leggendo i nomi rivali, sulla carta non ci dovrebbe essere confronto. Da Reinaldo Ventura a Joao Rodrigues, passando per Helder Nunes, Ricardo Barreiros e Gonçalo Alves, solo per citarne alcuni, ma i ragazzi del Bel Paese, pur affaticati dalla battaglia contro gli spagnoli, a differenza dei rossoverdi che fin qui hanno di fatto passeggiato in un percorso agevole, devono trovare dentro di loro le motivazioni per superare un altro (l’ennesimo) ostacolo assai difficile affidandosi alle direttive di Massimo Mariotti in panchina e di capitan Barozzi in campo.

Siam pronti alla morte…l’Italia chiamò!

Foto: Cattini per CERH

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

 

Lascia un commento

Top