Golf, British Open 2016: Willett vuole tornare a stupire, ma è Johnson l’uomo da battere

CK2ESLeUsAAozAj.jpg

Meno di 24 ore all’avvio ufficiale del 145° British Open. Il terzo Majors stagionale, il più anziano dei quattro tornei maggiori, che si disputa sul green del Royal Troon Golf Club di Troon (Scozia), offrirà un grande spettacolo. Presenti infatti tutti i migliori giocatori del mondo, che si daranno battaglia lungo il durissimo par 71 scozzese.

Nella passata edizione, giocata sul green di St Andrews, trionfò l’americano Zach Johnson al termine di un entusiasmante play-off grazie al quale piegò le resistenze di Oosthuizen e Leishman. Oggi uno dei principali favoriti porta lo stesso cognome, ma si chiama Dustin. Lo statunitense, vincitore degli U.S. Open 2016 e del WGC-Bridgestone Invitanional qualche settimana fa, si affaccia al British Open con la sicurezza di chi è consapevole di avere tutte le carte in regola per continuare a dettar legge.

Proverà ad interrompere la magia del numero 2 del mondo Rory McIlroy. Il nordirlandese torna a disputare l’Open dopo un anno di assenza. L’ultima sua presenza è però impressa nella storia. Nel 2014 riuscì infatti ad imporsi in quel di Liverpool. Come sempre, tra i favoriti non possiamo non citare il numero 1 ed il numero 3 del ranking mondiale, ovvero l’australiano Jason Day e l’americano Jordan Spieth, entrambi alla caccia di un Major in questa stagione.

Occhi puntati su tutta la schiera di britannici, anche se in questo stupendo sport il “fattore casa” influisce raramente sulle prestazioni dei giocatori. Danny Willett, vincitore dell’Augusta Masters, vorrà sicuramente ben figurare dinanzi ai sudditi della Regina. Con lui in prima linea gli inglesi Matthew Fitzpatrick, Luke Donald, Paul Casey, e lo scozzese Adam Scott, tutti pronti a far saltare il banco.

Capitolo italiani. Prende il via Francesco Molinari, che ha da poco annunciato la rinuncia olimpica, a beneficio di Matteo Manassero, anche lui ai nastri di partenza grazie al brillante 3° posto colto nello Scottish Open. Infine, importante esordio per Stefano Mazzoli, neppure ventenne, campione europeo dilettanti in carica.

Clicca qui per consultare il programma e gli orari del British Open
Clicca qui per conoscere buca per buca il percorso

Foto: Federgolf

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

 

Lascia un commento

Top